venerdì, 7 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaFirenze si tinge di blu...

Firenze si tinge di blu e apre le porte all’Europa

Firenze si tinge di blu. Il capoluogo toscano ospiterà a maggio la prima edizione del Festival dedicato all'Unione Europea. Un'occasione per promuovere la città a livello internazionale e avvicinare i cittadini all'Europa.

-

Firenze come capitale intellettuale d’Europa. Succederà a maggio grazie alla prima edizione del Festival d’Europa. Ideatore e promotore della manifestazione in programma dal 6 al 10 maggio è Marco Del Panta, segretario generale dell’Istituto Universitario Europeo, del quale molti ignorano l’esistenza ma che, stanziato sulle colline fiorentine e finanziato da 20 Stati membri dell’Unione Europea e dall’Ue stessa, lavora per costruire l’Europa di domani effettuando cosi di dottorato di ricerca con vocazione europea.

FIRENZE CAPITALE EUROPEA. Superare il binomio città-cultura e accettare una nuova sfida, quella europea. Questo l’obiettivo che Firenze si pone, coinvolgendo in prima linea le maggiori istituzioni locali, quali: Regione, Provincia, Comune, Direzione Scolastica regionale, Università di Firenze e Camera di Commercio. Non solo grandi nomi e istituzioni però, fondamentale è il contributo delle numerose associazioni culturali che parteciperanno al Festival con varie iniziative.

PERCHE’ UN FESTIVAL SULL’EUROPA? Perché l’Unione cessi di essere solo un appuntamento elettorale e si smetta di guardare all’Europa solo in un’ottica di confronto finanziario. Perché in quanto cittadini di uno stato membro dell’Unione Europea siamo di fatto anche cittadini europei. E perché in un momento di crisi quale quello attuale dobbiamo a maggior ragione celebrare quello spirito di “lavoro comune” su cui l’Unione si fonda. Questo è l’obiettivo del Festival: un passo in più di ognuno verso quella coscienza propria del “cittadino del mondo”.

GLI APPUNTAMENTI. Molti gli eventi che animeranno la città nel periodo della manifestazione. Tra quelli di maggior richiamo: la Notte blu, una variante della Notte Bianca dedicata all’Europa, in programma nella notte tra il 7 e l’8 maggio, il Premio Galileo 2000 in programma la sera del 9 maggio presso il Teatro della Pergola e lo Spettacolo “Voci e suoni d’Europa”, previsto per la notte del 6 maggio sotto la Loggia dei Lanzi per celebrare le identità culturali del nostro continente.

FACCIAMO IL PUNTO SULL’UNIONE. Ma il momento centrale del calendario del Festival d’Europa sarà la Conferenza “The State of the Union”, convegno a livello internazionale a cui parteciperanno i grandi dell’UE, numerose autorità politiche ed esperti di politica internazionale. Obiettivo della conferenza è esaminare l’attualità comunitaria dell’Europa e le principali politiche dell’Unione. L’appuntamento è per il 9 e 10 maggio in Palazzo Vecchio.

Tutte le informazioni sulla manifestazione sul sito www.festivaldeuropa.eu

Ultime notizie