lunedì, 10 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaGenitori omosessuali: a Firenze nasce...

Genitori omosessuali: a Firenze nasce una rete nazionale

Gay, lesbiche e transgender che hanno avuto figli da precedenti relazioni eterosessuali. Per loro nasce a Firenze un'associazione che offre supporto e consulenze legali e psicologiche. Si chiama “Rete Genitori Rainbow” e si propone come punto di riferimento nazionale.

-

Gay, lesbiche e transgender che hanno avuto figli da precedenti relazioni eterosessuali. Per loro nasce a Firenze un’associazione che offre supporto e consulenze legali e psicologiche. Si chiama “Rete Genitori Rainbow” e si propone come punto di riferimento nazionale.

UN FENOMENO SOMMERSO. In Italia, secondo una ricerca svolta nel 2008 da Arcigay (l’unica del genere finora realizzata) sono 100mila i figli nati da un genitore omosessuale. “E’ un fenomeno totalmente sommerso – spiega  Fabrizio Paoletti, ingegnere fiorentino, cofondatore della Rete Genitori Rainbow –. Solo una piccola parte di loro si rivolge alle associazioni, soprattutto per problemi legati all’anonimato”.

Gay_RetegenitorirainbowLE LORO STORIE. “Sulle spalle di  questi genitori pesano le difficoltà legate alla comprensione della propria identità, al timore di dichiararsi in famiglia e nei confronti dei figli – continua Paoletti – o ancora i problemi connessi alla separazione, spesso conflittuale, dall’ex compagna o compagno. Spesso c’è molta paura e diffidenza verso il genitore che si dichiara omosessuale”.

HELP LINE. La Rete Genitori Rainbow offre supporto psicologico e legale, grazie ad una community web con forum dedicati ed help-line su skype e sui principali social network. Nelle prime due settimane di attività del sito internet sono molte le richieste di supporto arrivate online. In cantiere c’è anche l’organizzazione di gruppi di auto-aiuto e di seminari in varie parti d’Italia.

COSA NE PENSI? Scrivi a [email protected]

Ultime notizie