mercoledì, 28 Settembre 2022
HomeSezioniCronaca & PoliticaGioconda agli Uffizi, Louvre possibilista....

Gioconda agli Uffizi, Louvre possibilista. C’è il progetto

Il ritorno della Gioconda nelle italiche terre si fa sempre più concreto. Dopo il no iniziale, dal Louvre arriva un'apertura. E il Comitato promotore è pronto a inviare a Parigi un progetto dettagliato.

-

Pubblicità

Il ritorno della Gioconda nelle italiche terre si fa sempre più concreto. Dopo il no iniziale, dal Louvre arriva un’apertura. E il Comitato promotore è pronto a inviare a Parigi un progetto dettagliato.

SCHIARITA. La schiarita è arrivata a mezzo stampa, da parte di Vincent Pomarède, responsabile del dipartimento delle opere pittoriche del Louvre. In una intervista rilasciata nei giorni scorsi al quotidiano francese Le Figarò Pomarède ha dichiarato che il museo attende dall’Italia un progetto dettagliato in cui vengano riportate le ragioni della richiesta, il valore storico, culturale e educativo della stessa, le garanzie di sicurezza e di conservazione.

Pubblicità

IL PROGETTO. Detto fatto, il Comitato per la valorizzazione dei beni storici, culturali e ambientali, promotore della raccolta di firme per il rientro della Gioconda a Firenze, si è messo subito al lavoro sul progetto. Che sarà inviato a breve a Parigi.

LIBERA USCITA. Finora l’opera più celebre di Leonardo è uscita dal Louvre solo in tre occasioni: nel 1963, per migrare negli Stati Uniti, e nel 1974 per essere esposta in Russia e Giappone. L’esposizione agli Uffizi, nei programmi del Comitato, dovrebbe avvenire nel 2013, a 100 anni dal recupero del quadro, proprio a Firenze, che era stato trafugato due anni prima da Vincenzo Peruggia, un ex impiegato della galleria francese.

Pubblicità

COMITATO. Silvano Vinceti, responsabile della ricerca a Firenze sui resti mortali di Lisa Gherardini (la “vera” Gioconda, si presuppone), nonché presidente del suddetto Comitato, ne ha appena fondato un altro ad hoc per il rientro in Italia del ritratto più celebre del mondo. “Del costituente Comitato – dichiara Vinceti – fanno parte alte personalità del mondo istituzionale, religioso e laico. Si tratta di un organismo collegiale la cui priorità è la elaborazione del progetto per il rientro della Gioconda a Firenze e la richiesta formale dell’incontro con il Louvre, con il Ministro per i Beni e culturali Giancarlo Galan e con il sindaco di Firenze Matteo Renzi”.

Pubblicità

Ultime notizie