venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaInfluenza, casi in aumento. Vaccini...

Influenza, casi in aumento. Vaccini e ”regole”: ecco cosa fare

In coincidenza dell’arrivo della stagione più fredda, rilevato nelle ultime settimane un aumento di casi di influenza. E' ancora possibile richiedere la vaccinazione. Ecco i comportamenti da non dimenticare per evitare rischi.

-

Cresce lo “spauracchio” influenza: il sistema di sorveglianza nazionale sull’influenza dell’Istituto Superiore di Sanità (Influnet) ha infatti rilevato nelle ultime settimane, in coincidenza dell’arrivo della stagione più fredda, un aumento di casi di influenza.

IL PICCO. Il picco potrebbe arrivare a metà febbraio, proprio come lo scorso anno. Come sempre, sono i bambini la categoria che più si ammala, mentre anziani e soggetti con patologie croniche sono coloro che hanno maggiori rischi di andare incontro alle complicanze dell’influenza, che possono portare anche a gravi quadri di insufficienza respiratoria. Sono ancora comunque disponibili ulteriori dosi di vaccino sia presso i medici e pediatri di famiglia che nei centri vaccinali della Asl, e pertanto i soggetti appartenenti alle categorie a rischio possono ancora richiedere la vaccinazione.

A RISCHIO. Le categorie a rischio comprendono in particolar modo gli ultra 65enni, i soggetti con patologie a rischio (ovvero con malattie croniche cardiache, polmonari, renali, diabete, tumori), le donne al secondo e terzo trimestre di gravidanza, gli operatori sanitari e i soggetti addetti a servizi pubblici essenziali.

COME COMPORTARSI. Infine, da ricordare anche le semplici regole comportamentali per evitare la trasmissione dell’influenza: lavarsi spesso le mani, utilizzare fazzoletti a perdere per coprire naso e bocca in caso di starnuti e colpi di tosse, ricambiare spesso l’aria degli ambienti dove soggiornano più persone, restare a casa in presenza di sintomatologia influenzale e consultare il proprio medico di famiglia.

Ultime notizie