L’Istituto comprensivo Botticelli di Firenze è uno dei primi in Toscana a ricevere le attrezzature informatiche e i supporti multimediali che ha richiesto iscrivendosi, la primavera scorsa, al progetto Insieme per la scuola, nato dalla collaborazione di Conad con il ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Tra le attrezzature informatiche figurano tre notebook led da 15,6”, una stampante laser a colori e due set di tastiere con mouse.

IL PROGETTO. In Toscana sono stati distribuiti ben 11 milioni di buoni, di cui 900 mila a Firenze. 1.231 le scuole toscane primarie e secondarie di primo grado che hanno aderito all’iniziativa, di cui oltre la metà ha già richiesto – in modo del tutto gratuito –2.500 attrezzature; quelle fiorentine sono state 158, con circa 200 premi già ordinati, ma le richieste stanno ancora arrivando. (dati aggiornati al 20 novembre 2012). Con Insieme per la scuola Conad – spiega una nota – ribadisce il proprio impegno nella promozione dello sviluppo dei territori in cui opera anche attraverso il sostegno alla scuola e alla cultura, ancor più nell’attuale momento di grave congiuntura economica che ha indotto il governo a contenere la spesa pubblica con tagli, tra l’altro, a scuole pubbliche, università e enti di ricerca.

CONTRIBUTO. “Conad è determinata a dare un contributo concreto per l’educazione e la crescita dei nostri ragazzi – sottolinea il presidente di Conad del Tirreno Valter Geri – iviamo il territorio e le sue necessità: contribuire allo sviluppo della scuola significa assicurare un futuro al Paese stesso. Perciò continueremo con determinazione in questa direzione, perché l’educazione scolastica è un grande tema sociale e Conad, proprio per la sua mission sociopolitica di cooperativa che vive il territorio, ritiene un proprio dovere sostenere in ogni modo l’adeguamento di un sistema segnato ancora oggi da tanti problemi cronici”. Il buon risultato dell’iniziativa è frutto della partecipazione attiva di studenti e famiglie, che si sono adoperati perché l’istituto frequentato potesse richiedere, in modo gratuito, il maggior numero possibile di premi scelti tra attrezzature informatiche e supporti multimediali (stampanti, lavagne luminose, proiettori, schermi tv…) presenti in un apposito catalogo.

IN ITALIA. A livello nazionale sono stati 11.727 gli istituti scolastici che hanno aderito all’iniziativa. Di questi, 4.503 hanno richiesto 17.589 attrezzature informatiche disponibili in un apposito catalogo: stampanti multifunzione, webcam, lavagne luminose, videoproiettori, personal computer e notebook, tastiere e mouse, cartucce per stampanti e altro ancora. Anche se sono ancora migliaia i buoni in attesa di essere contati. L’investimento fatto da Conad sino ad oggi supera i 3 milioni di euro (dati aggiornati al 20 novembre 2012). Insieme per la scuola – viene spiegato ancora – assume un valore particolare perché, oltre a far parte del programma che celebra i cinquant’anni di attività di Conad, ribadisce i valori tipici del gruppo distributivo. Ed è, soprattutto, parte di un progetto di più ampio respiro, per il quale sono già state messe in cantiere le prossime tappe.

FUTURO. “Quello di Conad è un impegno forte a sostegno del mondo della scuola e dei giovani – sostiene Antonio Mannina, socio di Conad del Tirreno – che rappresentano il futuro del nostro Paese. Oggi 9 ragazzi su 10 hanno familiarità con il mondo digitale, comunicano attraverso la rete, navigano in Internet e padroneggiano le nuove tecnologie; un passo ben diverso da quello del mondo scolastico basato ancora, in massima parte, su contenuti cartacei. L’auspicio è che nasca una scuola digitale, investendo sugli strumenti ma anche sulla formazione dei docenti e su una didattica moderna. Un’iniziativa che ancora una volta ha dato grande risalto allo spirito di solidarietà e di relazione con il territorio, vista la grande partecipazione di studenti, famiglie e soci, sintesi del rapporto con le comunità in seno alle quali Conad opera e alle quali restituisce benefici anche sotto forma di questo progetto”.