lunedì, 28 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Laurea a Ohran Pamuk

Laurea a Ohran Pamuk

Il celebre scrittore turco, premio Nobel per la letteratura (autore di romanzi quali La nuova vita, Il mio nome è rosso, Neve e molti altri), riceverà il riconoscimento nel corso di una cerimonia che si terrà nell'Aula Magna dell'ateneo mercoledì 13 maggio alle 16.30.

-

Università di Firenze, laurea honoris causa a Ohran Pamuk. Il titolo accademico sarà conferito allo scrittore turco e premio Nobel per la letteratura nel corso di una cerimonia presso l’Aula Magna dell’ateneo (in piazza San Marco 4), che si svolgerà mercoledì 13 maggio alle 16.30, alla presenza del rettore Augusto Marinelli e della preside della facoltà di Lettere e filosofia Franca Pecchioli.

Dopo la laudatio, che sarà pronunciata da Aişe Saraçgil, docente di di Lingua e Letteratura turca, è previsto un intervento di Pamuk (in lingua inglese).

PAMUK

Ohran Pamuk (Istanbul, 1952) ha ricevuto il Premio Nobel nel 2006 e, precedentemente, numerosi riconoscimenti letterari in vari paesi; fra le sue opere tradotte in italiano sono da ricordare La casa del silenzio, Il libro nero, La nuova vita, Il mio nome è rosso e Neve, pubblicate da Einaudi.

Ultime notizie

Bonus tv, come richiederlo: modulo pdf per televisione e decoder DVB-T2

Addio al vecchio televisore o al vecchio decoder: in arrivo un nuovo standard di trasmissione del digitale terrestre. Per le famiglie a basso reddito c'è però un voucher per compare nuovi apparecchi

“Cambiare l’acqua ai fiori” di Valerie Perrin. La recensione

Se nei primi capitoli vi sembrerà di saggiare l’acqua con i piedi sul bagnasciuga, scoprirete, man mano che andate avanti, di trovarvi sempre più a largo, nel mare aperto dell’esistenza di Violette

La Fiorentina si fa rimontare e perde a San Siro

Ribery meraviglioso. Disastro Vlahovic

L’Orchestra della Toscana riparte da 20 Intermezzi

Tra la stagione scorsa interrotta dal coronavirus e la prossima ancora da definire, l’Orchestra regionale della Toscana torna sul palco del Verdi con un programma di concerti per l’autunno. 500 i posti disponibili