venerdì, 18 Giugno 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaLe bici invadono i viali,...

Le bici invadono i viali, “critical mass” a Firenze – VIDEO

Auto imbottigliate e code da viale Lavagnini a viale Matteotti. La causa? Decine e decine di due ruote che, per una sera, sono diventate padrone della strada, è successo ieri sera.

-

Immaginatevi di tornare a casa dal lavoro come ogni sera, e di trovare i viali bloccati. I soliti lavori? Qualche cantiere aperto d’improvviso? Un incidente? Macché. Decine e decine di biciclette in mezzo alla carreggiata, “padrone” per una volta della strada e delle corsie.

 

{youtube}od0KFOzrzj0{/youtube}

 

IN BICI SUI VIALI. È la scena cui si sono trovati di fronte (o davanti) ieri sera gli automobilisti che percorrevano viale Lavagnini, piazza della Libertà e viale Matteotti, in direzione dei lungarni. Il tutto è accaduto intorno alle 20, quando a Firenze è andato in scena un “critical mass”, ovvero un raduno di biciclette che, sfruttando la forza del numero, “invadono” strade e viali, dove normalmente a farla da padrona sono le auto.

IL FENOMENO. Un fenomeno nato a San Francisco nel 1992 (anno in cui si svolse il primo raduno di questo tipo), e che da allora si è allargato in varie città, raggiungendo l’Europa e, ieri, Firenze. Dove decine di ciclisti (con tanto di maschere, parrucche, palloncini, trombette e musica sparata a tutto volume) hanno “invaso” i viali, avanzando a “passo di bicicletta” e creando ben più di un disagio (e lunghe code) alle auto, che ben presto si sono trovate incolonnate dietro questo sciame di bici (e anche qualche tandem) senza la possibilità di poterlo sorpassare.

IL MOTIVO. Il motivo di questo raduno? “Sensibilizzare la città sull’importanza delle biciclette, mezzo con cui tutti dovrebbero spostarsi”, spiega un partecipante al critical mass. E per una sera Firenze è stata davvero – volente o nolente – a misura di bicicletta.

COSA NE PENSI? Invia la tua opinione a [email protected]

Ultime notizie