venerdì, 26 Febbraio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Negozi aperti per la Befana...

Negozi aperti per la Befana e il 1° maggio

Dopo due mesi di discussioni e oltre sei di dibattito (ben condito da polemiche varie), il nuovo regolamento comunale sulle aperture straordinarie degli esercizi commerciali nei giorni festivi è pronto. L'anno prossimo i negozianti lavoreranno 18 domeniche l'anno più l'Epifania (data in cui scattano i saldi) e 1° maggio.

-

 

Dopo due mesi di discussioni e oltre sei di dibattito (ben condito da polemiche varie), il nuovo regolamento comunale sulle aperture straordinarie degli esercizi commerciali nei giorni festivi è pronto. L’anno prossimo i negozianti lavoreranno 18 domeniche l’anno più l’Epifania (data in cui scattano i saldi) e 1° maggio.

DENTRO LE MURA. Prima di tutto facciamo le dovute distinzioni. La data del primo maggio (che rimane a libera scelta di esercenti e lavoratori), vale soltanto per i negozi del centro storico. La motivazione infatti risiede nella vocazione turistica fiorentina e nei lauti incassi che potrebbero derivare da ponti e brevi vacanze primaverili (anche se quest’anno la Festa dei Lavoratori cade di domenica).

1° MAGGIO. Ma non c’è un “caso Firenze” sottolinea il vicesindaco Dario Nardella. A tenere i bandoni alzati per il 1° maggio saranno anche Siena, San Gimignano e Viareggio, tanto per citarne qualcuna in Toscana, Verona, Genova, Venezia e via dicendo. Non apriranno invece i negozi milanesi e quelli della Capitale.

FUORI DALLE MURA. Le deroghe alle chiusure domenicali, invece, riguardano gli esercizi commerciali fuori dal centro (gli altri possono aprire anche tutte le domeniche). Stessa cosa per San Giovanni.

CENTRI COMMERCIALI NATURALI. I Centri Commerciali Naturali, invece, hanno un regolamento a sé, ma il numero delle deroghe è stato ridotto e le aperture nei festivi dovranno essere pianificate ogni 6 mesi con l’amministrazione comunale.

PER TUTTI. Per tutti vale l’obbligo di chiusura entro le 24, alimentari o no che siano. Giro di vite annunciato anche sulla vendita di alcolici: il limite alle bevande da asporto potrebbe arretrare fino alle 21.

Ultime notizie

Covid Toscana, casi ancora sopra ai 1.200: i dati del 26 febbraio

I dati del bollettino Covid della Toscana del 26 febbraio: casi di coronavirus ancora sopra quota 1200, preoccupazione per la zona rossa

Riapertura palestre, via libera alle lezioni individuali: cosa significa

Il nuovo protocollo del Cts apre alle lezioni individuali per la riapertura delle palestre: quali sono, cosa significa e da quando

Slitta ancora la riapertura delle palestre: oggi si decide fino a quando restano chiuse

Oggi la decisione sulla riapertura delle palestre: almeno un altro mese di chiusura, nel nuovo Dpcm si decide quando riapriranno

Il colore della Toscana la prossima settimana: zona arancione o rossa?

Si allontana la zona gialla. Il colore della Toscana la prossima settimana è probabile che resti lo stesso, ma per metà marzo c'è il rischio di passare da zona arancione a rossa. E intanto scatta il lockdown a Pistoia e Siena