mercoledì, 2 Dicembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Nozze di convenienza

Nozze di convenienza

nozza di convenienza fra un marocchino irregolare ed una catanese

-

Il blitz e’ scattato poco prima delle 10 di ieri mattina all’esterno del comune di Sesto Fiorentino (Firenze). Gli agenti del locale commissariato, coordinati dal commissario capo Giampaolo Monastra, hanno bloccato un cittadino marocchino irregolare di 40 anni poco prima del rito civile con cui si sarebbe unito in matrimonio con una donna catanese di 44 anni. L’uomo, sprovvisto di titolo di soggiorno, e’ stato accompagnato in ufficio e, dopo i primi controlli, e’ stato messo a disposizione dell’Ufficio Immigrazione della Questura.

Gia’ nella giornata di ieri l’extracomunitario e’ stato accompagnato da personale della Questura al Centro di identificazione ed espulsione di Torino in attesa del rimpatrio. Oltre a numerosi precedenti penali, infatti, dai riscontri a carico del cittadino marocchino e’ emerso un decreto di espulsione dal territorio nazionale emesso dal Prefetto di Prato nel dicembre del 2005.

La celebrazione del matrimonio, scongiurata dal personale del Commissariato, ha evitato che lo straniero, con nozze di comodo, potesse regolarizzare la propria posizione all’interno del paese e ottenere poi la cittadinanza italiana. E’ il terzo caso di ‘matrimonio di convenienza’ tra immigrati e donne italiane scoperto dalla Polizia in provincia di Firenze, nel giro di poche settimane.

Ultime notizie

Cashback, bonus di Natale 2020: come funziona, l’app IO e lo Spid

A dicembre un rimborso da 150 euro per chi fa shopping nei negozi fisici e paga con le carte elettroniche o con il cellulare: ecco come richiederlo e a cosa serve l'app

Il concerto di Antonio Artese, dal Museo Marino Marini al web

Il Museo Marino Marini e l'Istituto Italiano di cultura di Oslo insieme per il concerto del maestro Artese, ispirato alle opere dell'artista

Messa di Natale 2020 anticipata prima di mezzanotte: l’orario di inizio

La santa messa della vigilia fa i conti con il coprifuoco. La Cei: va celebrata, ma si può fare qualche ora prima

Spostamenti tra comuni, il nuovo Dpcm di Natale: stop dopo il 3 dicembre

Le regole per le feste natalizie. "Disincentivare gli spostamenti tra regioni e limitare gli spostamenti tra comuni anche in zona gialla", annuncia il ministro della Salute Speranza