lunedì, 10 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaPanico da furto, ad Arezzo...

Panico da furto, ad Arezzo gli orafi ora dormono in ditta

E' scattata la fobia collettiva nel distretto dell'oro, dopo il maxi-furto messo a punto nella notte di lunedì scorso ai danni di una ditta orafa di Poggio Bagnoli: 100 chili d'oro il bottino.

-

E’ scattata la fobia collettiva nel distretto dell’oro, dopo il maxi-furto messo a punto nella notte di lunedì scorso ai danni di una ditta orafa di Poggio Bagnoli: 100 chili d’oro il bottino.

NOTTE IN FABBRICA. Da alcuni mesi alcuni imprenditori orafi trascorrono la notte in ditta o vi passano i fine settimana per paura dei furti. Una trentina i colpi messi, piccoli e grandi, portati a compimento nell’ultimo anno. L’ansia si è aggravata in seguito al furto di lunedì notte: si rafforzano i sistemi di sicurezza e le ronde dei vigilantes.

FURTO PERFETTO. Colpo alla Diabolik quello messo in atto nella notte a Poggio Bagnoli: la banda ha isolato l’intero paese per poter assaltare indisturbata il caveau della ditta Salp, portando via 3 milioni di euro in oro. I malviventi hanno ostruito tutte le vie d’accesso al paese sistemando delle auto rubate al Comune di Pergine di traverso sulle carreggiate. In questo modo quando è scattato l’allarme le forze dell’ordine sono state rallentate e la banda è potuta fuggire con il lauto bottino.

Ultime notizie