Vacanze forse più corte, ma rientri più sicuri. La Protezione Civile Nazionale consiglia a chi ha programmato di tornare dalle vacanze natalizie martedì 6 gennaio di anticipare il rientro, per evitare il rischio di incorrere in possibili disagi sulle strade dovuti a neve e ghiaccio. Come spiega il Dipartimento, l’arrivo di una perturbazione di origine polare sull’Europa centrale favorirà – a partire dal 6 gennaio – condizioni di marcata instabilità sulle regioni settentrionali e sulla Toscana.

La Protezione Civile, sulla base delle previsioni disponibili, ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche per le nevicate, che interesseranno dalle prime ore di domani tutte le regioni del nord e l’appennino settentrionale e anche le zone di pianura, e che saranno più intense sul settore nord-occidentale. E’ previsto un ulteriore abbassamento delle temperature, che già da giorni favoriscono la formazione di ghiaccio, che renderà più marcato il fenomeno delle gelate, che interesserà anche la neve al suolo.

La coincidenza tra il peggioramento delle condizioni meteorologiche e il rientro dalle vacanze natalizie fa dunque prevedere per il 6 gennaio, secondo la Protezione civile, uno scenario di “possibili criticità” per il settore dei trasporti, in particolare per quello stradale e autostradale, nel nord del Paese e sull’appennino settentrionale.

Neve e ghiaccio saranno presenti in particolare sulle strade di Val d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Emilia Romagna e Toscana per i tratti appenninici come, ad esempio, l’autostrada A1 tra Bologna e Firenze.