venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaReferendum: quorum ok, Toscana al...

Referendum: quorum ok, Toscana al 63,5%, Firenze-record. I sì al 95%

Hanno riaperto alle 7,00 di questa mattina, i seggi per i quattro referendum. Per votare c'è tempo fino alle ore 15. Intanto in Toscana ieri è ''volata'' l'affluenza: la nostra regione è la seconda a livello nazionale per la percentuale dei votanti, dietro all'Emilia Romagna.

-

Referendum, seggi chiusi. Raggiunto il quorum: era questa, come detto fin da subito, la vera “battaglia” su cui si sarebbe giocato l’esito del voto.

I DATI IN DIRETTA. L’affluenza è stata del 57% in tutta Italia (con il quorum quindi raggiunto a prescindere dal voto dei residenti all’estero), e ancora più alta in Toscana, dove fin da subito è stata sensibilmente maggiore rispetto alla media nazionale. In Toscana l’affluenza è stata del 63,5%, in provincia di Firenze intorno al 67%.

FIRENZE. L’affluenza in città è stata del 65,1%: Firenze è stato il capoluogo di provincia con l’affluenza più alta in Italia. A dirlo è stato il sindaco Renzi su Facebook: “Ho i dati ufficiali dell’affluenza ai referendum nella nostra città: 65,1%. Mi pare che la risposta di Firenze sia tra le più significative di tutto il panorama nazionale. Non male, no?”.

RISULTATI. Intanto, come previsto, c’è stata una schiacciante vittoria dei sì: in tutti e quattro i quesiti i sì sono intorno al 95%. Per quanto riguarda la Toscana, i sì sono sopra il 95% per tutte e quattro le schede. Stesso risultato in provincia di Firenze.

ECCO L’AFFLUENZA DEFINITIVA ALLE URNE, PROVINCIA PER PROVINCIA:

Firenze 67,5%

Arezzo 60,9%

Grosseto 60,5%

Livorno 65,8%

Lucca 58,5%

Massa Carrara 60,3%

Pisa 65,0%

Pistoia 60,5%

Siena 66,5%

Prato 59,7%

TOSCANA. In Toscana, la provincia con l’affluenza più alta è stata dunque Firenze, seguita da Siena e Livorno. Fanalino di coda Lucca. Nella “gara” tra le regioni italiane, la Toscana è stata la terza regione con la maggiore affluenza, dopo Trentino Alto Adige ed Emilia Romagna.

ROSSI. “Il 63,5% dei toscani sono andati a votare! Vince il popolo italiano che è andato alle urne e si è espresso contro il nucleare, per l’uguaglianza dei cittadini di fronte alla legge e a favore dell’acqua pubblica. Da domani la buona politica deve ripartire da questo risultato. La Toscana ha dato il suo contributo: Firenze 67,5, Siena 66,5, Livorno 65,8, Pisa 65, Arezzo 60,9, Grosseto e Pistoia 60,5, Massa e Carrara 60,3, Lucca 58,5 e Prato 60,36%. Tutti abbondantemente sopra al quorum… Ripeto: che bella regione!”: questo il primo commento, rigorosamente su Facebook, del presidente della Toscana Enrico Rossi.

LUNEDI’ MATTINA. Hanno riaperto alle 7,00 di questa mattina, i seggi per i quattro referendum (acqua, nucleare, legittimo impedimento). Per votare c’è tempo fino alle ore 15. Intanto in Toscana ieri è ”volata” l’affluenza: la nostra regione è la seconda a livello nazionale per la percentuale dei votanti, dietro all’Emilia Romagna. Già ieri sera alle 22,00, tre province toscane avevano superato il 50% dei votanti (la percentuale a livello nazionale è del 41,1%).

DOVE SI VOTA DI PIU’ E DOVE DI MENO. Ieri a Firenze ha votato il 52,7% degli aventi diritto, a Siena il 50,7%, a Livorno il 50,6%. In tutta la Toscana, il dato dell’affluenza si è attestato al 47,9% (contro il 49,1% dell’Emilia Romagna). Le province dove si è votato di meno sono state Lucca (41,9%), Grosseto (42,4%) e Massa – Carrara (43,5%). In particolare in provincia di Firenze, la più alta affluenza si è registrata a Sesto Fiorentino (59%), Pontassieve (58,2%) e Certaldo (56,3%).

ITALIA. A livello nazionale invece nella prima giornata di voto l’affluenza ha raggiunto il 41,1% per tutti i 4 referendum. Un dato che fa bene sperare i promotori rispetto alle precedenti consultazioni: un’affluenza così alta per i referendum abrogativi non si registrava dal 1995.Referendum, quorum quasi raggiunto in Toscana.

 

Ma ecco l’affluenza per ogni provincia (domenica ore 22):

Firenze 52,6%

Arezzo 44,9%

Grosseto 42,4%

Livorno 50,5%

Lucca 41,8%

Massa Carrara 43,5%

Pisa 49,1%

Pistoia 45,0%

Siena 50,6%

Prato 46,6%

DOMENICA ORE 19. Alle 19 di domenica 12 giugno l’affluenza in Toscana è stata superiore al 37%, con minime differenze tra i quattro quesiti: 37,6% la prima scheda (servizi pubblici locali), 37,6% la seconda (tariffa servizio idrico), 37,6% la terza (nucleare) e 37,7% la quarta (legittimo impedimento).

Ecco l’affluenza provincia per provincia:

Firenze 42,6%

Arezzo 34,1%

Grosseto 31,7%

Livorno 40,4%

Lucca 32,4%

Massa Carrara 33,3%

Pisa 38,2%

Pistoia 35,3%

Siena 39,3%

Prato 36,9%

DOMENICA ORE 12. Se alle 12 di domenica 12 giugno ha infatti votato, in Italia, l’11,6% degli aventi diritto (con una differenza minima tra le quattro schede), in Toscana la media si è attestata al 14,75%. La regione in cui l’affluenza è stata maggiore è la vicina Emilia Romagna, con il 16,9%.

Scendendo nel dettaglio delle province toscane, ecco come sono andate le cose

AFFLUENZA DI DOMENICA ALLE 12:

Firenze 17,3%

Arezzo 11,4%

Grosseto 13,5%

Livorno 17,8%

Lucca 12%

Massa Carrara 12,5%

Pisa 14,9%

Pistoia 13,2%

Siena 14,7%

Prato 13,5%

Il comitato toscano per il Sì gioisce: ”risultato straordinario”Boom di partecipazione nel Valdarno

Ultime notizie