mercoledì, 1 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaRicerca, finanziati 9 progetti

Ricerca, finanziati 9 progetti

Presentati i progetti finanziati dalla Fondazione per la ricerca e l'innovazione, l'organismo costituito dall'ateneo, dalle Province e dalle Camere di Commercio di Firenze, Prato e Pistoia. Si tratta di idee di ricerca a beneficio del territorio. Ecco i progetti selezionati.

-

Dai biocombustibili alle nanotecnologie per applicazioni biomediche, da nuovi coloranti a basso impatto ambientale alla tutela degli alimenti, dalla semplificazione normativa per lo sviluppo di imprese alla mobilità metropolitana, fino alla valorizzazione del paesaggio toscano per l’industria cinematografica: sono alcune delle idee di ricerca a beneficio del territorio che saranno realizzate con il finanziamento della Fondazione per la ricerca e l’innovazione, promossa dall’Università di Firenze, con le Amministrazioni provinciali e le Camere di commercio di Firenze, Prato e Pistoia.

Attraverso un bando lanciato lo scorso autunno, la Fondazione ha raccolto 55 proposte – avanzate da ricercatori dell’Università di Firenze insieme a enti e imprese del territorio – tra le quali è avvenuta la selezione, affidata a un gruppo nazionale di esperti e revisori indipendenti. Nove i progetti scelti, alla fine, per il finanziamento che ammonterà complessivamente a circa 800.000 euro.”Potranno realizzare il trasferimento di conoscenze scientifiche qualificate sul nostro territorio, così da favorire soluzioni innovative nella realtà produttiva e nel contesto sociale – ha detto Alberto Del Bimbo presidente della Fondazione nel corso della presentazione ufficiale dei progetti, presenti gli enti fondatori dell’organismo – A poco più di un anno dalla sua nascita, la Fondazione si dimostra soggetto attivo per dare concretezza all’innovazione a beneficio dello sviluppo locale”. “La Fondazione per la ricerca e l’innovazione è stata il punto di arrivo di un lungo processo di elaborazione – ha ricordato il rettore dell’ateneo fiorentino Augusto Marinelli,- ed è un organismo nuovo, non solo rispetto ad analoghe esperienze di altri atenei italiani, ma soprattutto per la realtà del nostro territorio. Disponiamo ora di uno strumento efficace per promuovere ricerca universitaria qualificata e nello stesso tempo sfruttabile dagli attori economici”.

I progetti di ricerca selezionati sono:

“Cinema, Arte e Paesaggio: L’Università e la valorizzazione del territorio”, proponente Alessandro Bernardi del Dipartimento di Storia delle arti e dello spettacolo insieme alla Mediateca Regionale Toscana Film Commission. Realizzerà un database delle location cinematografiche nel paesaggio toscano, anche con lo scopo di attrarre future produzioni;

“La semplificazione normativa e amministrativa per lo sviluppo delle imprese e del lavoro nell’economia toscana”, proponente Andrea Simoncini, Dipartimento di Diritto dell’Economia insieme a Dipartimento di Diritto pubblico e Associazione degli industriali della provincia di Firenze – Gruppo giovani imprenditori;

“Strumenti linguistici e informatici per testi istituzionali e professionali chiari ed efficaci”, proponente Nicoletta Maraschio, Centro di Linguistica Storica e Teorica, insieme all’Istituto di Teoria e Tecnica dell’informazione giuridica;

“Strumenti di supporto all’agenzia per la mobilità metropolitana”, proponente Romano Fantacci, Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni, insieme ad altri dipartimenti universitari, ATAF, Compagnia Toscana Trasporti, AEP Ticketing Solutions, Società Illuminazione Firenze;

“Coloranti naturalizzati; sintesi depurazione, degradazione (ovvero la tintura a temperature più basse e con riciclo dell’acqua)”, proponente Roberto Bianchini, Dipartimento di Chimica organica “Ugo Schiff”, insieme ad altri Dipartimenti universitari, Italvelluti spa, Lanartex snc, Enzo Bresci spa, Gruppo Colle;

“Gestione ottimale dei processi di filtrazione a membrana”, proponente Antonio Fasano, Dipartimento di Matematica “Ulisse Dini”, insieme ad altri dipartimenti universitari, Publiacqua Spa, Tecnotessile Società di Ricerca r.l. Studierà modelli matematici e simulazioni numeriche per migliorare l’utilizzo dei moduli filtranti nel trattamento delle acque e quindi per la gestione ottimale del processo.

“From waste to energy through algae”, proponente Mario Tredici, Dipartimento di Biotecnologie agrarie, insieme a Fotosintetica e microbiologica srl, Agroils srl e Publiacqua Spa. Studierà la produzione di biocombustibile attraverso la coltura di microalghe con la depurazione delle acque reflue.

“Modello applicato di studio di filiera per la caratterizzazione e l’innovazione dei prodotti tipici della Regione Toscana”, proponente Bruno Zanoni, Centro intedipartimentale di ricerca per la valorizzazione degli alimenti, insieme al Centro interdipartimentale di Spettrometria di massa e alcune agenzie regionali.

“Sintesi e caratterizzazione di nanoparticelle d’oro, laser-attivate e loro interazione a livello cellulare per applicazioni mediche”, proponente Franco Fusi, Dipartimento di Fisiopatologia clinica, insieme all’Istituto di Fisica applicata del CNR, Colorobbia Spa.

Nel corso della selezione delle proposte, la Fondazione ha segnalato anche altre ventidue idee progettuali come meritevoli di attenzione. La Fondazione per la ricerca e per l’innovazione dell’Università di Firenze è nata nel marzo 2007. Ha la forma giuridica di una fondazione di diritto civile; conta fra i soci fondatori, oltre all’ateneo, le Amministrazioni provinciali e le Camere di Commercio di Firenze, Prato e Pistoia. L’organismo è nato per favorire e valorizzare l’impatto economico e sociale della ricerca universitaria sul territorio.

Il Consiglio di amministrazione è composto da tredici membri: Mario Pilade Chiti, Alberto Del Bimbo (presidente), Sara Mamone, Luciano Mecacci, Mario Primicerio, Sergio Romagnani, Vincenzo Vecchio, nominati dall’Università di Firenze; Andrea Barducci, vicepresidente della Provincia di Firenze, Daniele Panerati vicepresidente della Provincia di Prato, Giovanni Romiti vicepresidente della Provincia di Pistoia, Piero Salvadori per la Camera di Commercio di Firenze, Maurizio Fantini per la Camera di Commercio di Prato, Andrea Pepi per la Camera di Commercio di Pistoia.

Ultime notizie