venerdì, 22 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaRoberta Ragusa, le ricerche slittano...

Roberta Ragusa, le ricerche slittano alla prossima settimana

Le ricerche di Roberta Ragusa sarebbero dovute partire oggi o al massimo domani. Ma ieri, è stato comunicato che le battute slitteranno alla prossima settimana. Un'attesa che si fa sempre più lunga.

-

Le ricerche di Roberta Ragusa slittano di una settimana.

LE RICERCHE. Gello attende, così come le care amiche di Roberta. Un’attesa che si fa sempre più lunga e insopportabile. Prima l’annuncio dell’avvio delle maxi-battute previsto per oggi (al massimo domani) e poi la smentita. Le ricerche non partiranno prima della prossima settimana. Perchè la data viene rimandata continuamente? Una domanda che in molti si sono posti ultimamente soprattutto da quando è stato comunicato il completamento della mappatura del territorio da perlustrare. ”Se le ricerche vengono continuamente rimandate, probabilmente è perchè gli inquirenti hanno in mano qualcosa di grosso. In un certo senso, ce lo aspettavamo questo nuovo rinvio, ma apprezzeremmo, noi del gruppo ma anche chi ama e aspetta Roberta, spiegazioni più certe e chiare” così le amministratrici del gruppo ”Roberta Ragusa – Dove sei?” esprimono i loro sentimento verso il nuovo rinvio delle ricerche. La mappa c’è, i militari sul campo no. Sembra che questa volta, la causa dello slittamento delle ricerche sia da attribuire ad un perfezionamento della mappatura della zona da passare al setaccio.

LA SOLUZIONE. E, mentre le ricerche slittano, la soluzione al giallo di Gello si allontana sempre di più. Le piste dell’allontanamento volontario e del suicidio ormai sono state scartate. Nel caso dell’allontanamento, si tratterebbe di un’assenza da casa troppo lunga, soprattutto come in questa circostanza, visto che Roberta è madre di due figli ai quali era particolarmente legata. Mentre ciò che porta ad escludere l’ipotesi del suicidio è il fatto che la soluzione si fa sempre più complicata. Il corpo sarebbe stato trovato sicuramente in tempi più brevi. Per questo gli inquirenti stanno seguendo la pista dell’omicidio. Ma se realmente fosse questa la soluzione, chi ha compiuto un gesto così atroce nei confronti di Roberta Ragusa?.

OMICIDIO?. In casa Logli, come in tante altre famiglie, non era tutto perfetto, anche se l’apparenza dimostrava il contrario. Un marito, una moglie ma anche un’amante. Roberta sapeva di essere tradita, ma conosceva l’identità di quella donna? Sapeva che l’amante di suo marito era la babysitter dei suoi figli, un’amica e anche segretaria dell’autoscuola? Forse, Roberta, era all’oscuro dell’identità ma potrebbe aver scoperto qualcosa proprio quella notte, la notte tra il 13 e il 14 gennaio scorsi, quando è scomparsa nel nulla. Domande che in molti si stanno ponendo e che, siamo certi, troveranno una risposta soltanto quando il centinaio di militari scenderanno in campo per cercare, ormai, un corpo.

Ultime notizie