sabato, 24 Luglio 2021
Pubblicità
HomeSezioniCronaca & PoliticaBasilica Santo Spirito Firenze, sul...

Basilica Santo Spirito Firenze, sul sagrato non si potrà mangiare e bere

Lo stabilisce un'ordinanza del sindaco Dario Nardella: sanzioni da 400 a 1000 euro

-

Da oggi, 3 maggio, sull’intero sagrato della basilica di Santo Spirito a Firenze è vietato lo stazionamento e il consumo di cibi e bevande di qualsiasi genere, sia davanti alla facciata principale che davanti a quella laterale.

Santo Spirito Firenze, l’ordinanza di Nardella vieta anche lo stazionamento (ma solo nel weekend)

Il transito sarà consentito unicamente per l’accesso alla Basilica, fatte salve le iniziative promosse o autorizzate dal Comune o dalle autorità religiose. È quanto stabilisce un’apposita ordinanza firmata dal sindaco Dario Nardella sulla base di quanto emerso durante l’ultimo comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. L’ultimo intervento simile risale allo scorso febbraio a seguito di una preoccupante impennata di contagi.

Divieto di cibo e bevande 24/7. Multe da 400 a 1000 euro

Sostanzialmente non si potrà mangiare e bere neppure sugli scalini. I divieti saranno in vigore tutti i giorni della settimana, 24 ore su 24: ogni violazione sarà punita con la sanzione amministrativa pecunaria da 400 a 1000 euro. A questo si aggiunge, per la scalinata, il divieto di stazionamento, dalle 16 alle 22 di venerdì, sabato e domenica, stabilito con l’ordinanza di giovedì scorso. Il direttore generale del Comune avrà cura di raccordarsi con la prefettura, il fondo edifici culto del Ministero dell’interno, la soprintendenza e la comunità agostiniana di Firenze per le opportune iniziative di rispettiva competenza  idonee a consentire un costante monitoraggio dell’attuazione dell’ordinanza. Sarà previsto anche il coinvolgimento dei cittadini tramite le associazioni di quartiere.

Ultime notizie