mercoledì, 22 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaScherzi in rianimazione e foto...

Scherzi in rianimazione e foto su Facebook, sospesi 4 operatori Asl

Fumavano sigarette e giocavano a fasciarsi il corpo con bende e cerotti, tipo mummia, nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Grosseto, dove erano ricoverate persone in terapia intensiva. Sette operatori dell'Asl tra infermieri e medici sono stati identificati tramite alcune foto messe su Facebook e 4 sono già stati sospesi.

-

Fumavano sigarette e giocavano a fasciarsi il corpo con bende e cerotti, tipo mummia, nel reparto di rianimazione dell’ospedale di Grosseto, dove erano ricoverate persone in terapia intensiva. Sette operatori dell’Asl tra infermieri e medici sono stati identificati tramite alcune foto messe su Facebook e 4 sono già stati sospesi.

SCHERZI. Le foto, postate sul social network da uno dei protagonisti degli scherzi, risalirebbero a un anno e mezzo fa. L’indagine è scattata nel momento in cui un’altra utente di Facebook ha notato gli scatti e, indignata, ha contattato il Corriere della Maremma. Fatti i dovuti accertamenti la redazione del giornale (da cui è tratta la foto che vedete qui a fianco) ha contattato le forze dell’ordine.

SOSPESI. Le prime quattro sospensioni dal servizio sono arrivate oggi da parte dell’Asl di Grosseto. Si tratta di un medico e tre infermieri. “La nostra sensazione – ha precisato il direttore sanitario Danilo Zuccherelli – è che si tratti di un episodio singolo. Inoltre non c’èstata nessuna ripercussione né sui pazienti, che non sono stati coinvolti, né sull’operatività del servizio”. Ma intanto i 4 sono stati sospesi, una misura cautelare per tutelare il buon nome e la professionalità del reparto, che da anni si caratterizza per innovazione organizzativa e piena accessibilità da parte dei parenti.

Ultime notizie