Sciopero “pre-natalizio” per gli autisti Ataf che incrociano le braccia nel pieno dello shopping in vista delle feste, sabato 15 dicembre. Chiedono più sicurezza a bordo degli autobus, cambiamenti nell’organizzazione del lavoro, certezze sul futuro del personale di Busitalia che lavora in Ataf Gestioni e il ritorno di alcune agevolazioni per i dipendenti.

Lo sciopero Ataf del 15 dicembre

La rappresentanza sindacale unitaria insieme alle segreterie provinciali di Firenze Filt-Cgil, Fit-Cisil, Uiltrasporti, Faisa Cisal, e Ugl Fna hanno indetto uno sciopero di 4 ore per il pomeriggio di sabato 15 dicembre 2018. Alla protesta aderisce anche la sigla Slm Fast Confsal tpl.

Una mobilitazione che potrebbe creare problemi al traffico, visto che la data cade proprio in un momento già difficile per la viabilità cittadina a causa della corsa agli acquisti natalizi.

Orari e modalità

Gli autobus Ataf saranno a rischio dalle ore 18.00 alle 22.00, con le ultime corse che partiranno dai capolinea alle ore 17.44. Gli operai e gli impiegati invece incroceranno le braccia nelle ultime 4 ore del turno.

L’azienda, in un comunicato ufficiale, fa sapere che “nel corso delle ultime astensioni collettive proclamate dalle sigle sindacali in oggetto le percentuali di adesione complessivamente registrate tra il personale viaggiante sono state del 52,91% e del 30,05%”.

Lo sciopero del 15 dicembre, non interesserà però le altre aziende di trasporto pubblico di Firenze: la vertenza riguarda esclusivamente il personale di Ataf Gestioni. Circolerà regolarmente la tramvia (gestita da Gest) e gli autobus di Linea.

Sciopero autobus Firenze 15 dicembre 2018 Ataf orari

Le motivazioni dello sciopero

La protesta arriva dopo un duro scontro tra i sindacati e l’amministratore delegato di Ataf Gestioni Stefano Bonora: l'ultimo incontro, che si è tenuto martedì 1, si è chiuso con un nulla di fatto. Al centro della mobilitazione c’è la questione della sicurezza a bordo degli autobus, dopo le 5 aggressioni che si sono registrate negli ultimi due mesi ai danni degli autisti: le sigle sindacali chiedono l’installazione di sistemi di videosorveglianza sui bus.

Altro capitolo quello dell’organizzazione del lavoro. I sindacati chiedono che le pause siano garantite non solo a metà turno, ma anche ai capolinea e inoltre: le riserve di personale per i cambi in pausa o a fine turno, la revisione dei tempi di percorrenza, chiarimenti sul futuro dei conducenti in distacco da Busitalia, l'istituzione del prestito aziendale e il ritorno delle agevolazioni sugli abbonamenti per i familiari dei dipendenti.

Sul sito i Ataf le informazioni sullo sciopero del 15 dicembre 2018.