sabato, 22 Giugno 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaScuola dell'infanzia, arrivano i fondi...

Scuola dell’infanzia, arrivano i fondi della Regione

Scuola dell'infanzia, garantito il posto a oltre 1000 bambini che rischiavano di restare a casa a causa dei tagli sul personale ad opera del Governo. E' stato firmato oggi l'accordo tra Regione e Anci che permetterà di mettere in atto il “piano di salvataggio” per 44 sezioni.

-

- Pubblicità -

Ammontano a 2 milioni e 800mila euro i fondi stanziati dalla Regione per l’anno scolastico 2009-2010, che consentiranno di coprire i costi del personale insegnante necessario al funzionamento delle nuove sezioni. Le risorse saranno destinate alle istituzioni scolastiche autonome o ai comuni presso i quali funzioneranno le nuove sezioni previste dal piano di dimensionamento della rete scolastica

La conclusione dell’accordo è avvenuta oggi a Palazzo Strozzi Sacrati, fra l’assessore all’istruzione, formazione e lavoro Gianfranco Simoncini, il direttore dell’Ufficio scolastico regionale Cesare Angotti e il presidente di Anci Toscana Alessandro Cosimi.

- Pubblicità -

“La Regione – ha spiegato l’assessore Simoncini – ha deciso di intervenire con risorse tratte dal proprio bilancio per garantire l’apertura delle sezioni di scuola dell’infanzia a cui il ministero non ha assicurato il personale insegnante, nonostante che i Comuni avessero garantito le strutture. Lo ha fatto per evitare che, per la prima volta in Toscana, quasi 1000 bambini si vedessero negato l’accesso alla scuola dell’infanzia. Ci sembrava una cosa davvero inaccettabile per una regione che è ai vertici della classifica per tasso di accoglienza all’asilo nido dei piccoli da 0 a 3 anni”.

“L’intervento – ha chiarito l’assessore – è limitato a quest’anno scolastico. La Regione non può accollarsi competenze che sono e restano dello Stato. Ci auguriamo per il prossimo anno un cambiamento di rotta e che le risorse che oggi sono state negate vengano nuovamente messe a disposizione dell’Ufficio scolastico regionale”.

- Pubblicità -

Fin da domani gli uffici della Regione si attiveranno per la stipula di singoli accordi con Comuni e istituzioni scolastiche interessate e che serviranno a rendere operativo l’accordo. Si conta così di arrivare all’apertura di tutte le nuove sezioni entro novembre.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -