sabato, 23 Gennaio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Scuola, i giovani fiorentini ritornano...

Scuola, i giovani fiorentini ritornano sui banchi. Tra ‘app’ e mense hi tech

Un’inaugurazione che si è aperta con gli auguri del ministro dell’istruzione Francesco Profumo, in videoconferenza con la scuola Luigi Pirandello.

-

Questa mattina gli oltre 32mila studenti fiorentini delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado fiorentine hanno detto addio alle vacanze, per affrontare il primo giorno di un nuovo anno scolastico. Un’inaugurazione che si è aperta con gli auguri del ministro dell’istruzione Francesco Profumo, in videoconferenza con la scuola Luigi Pirandello.

L’ASSESSORE E IL MINISTRO. Presente l’assessore all’educazione Rosa Maria di Giorgi che ha sottolineato come “a Firenze la scuola digitale è già una realtà” ed ha illustrato al ministro i servizi già attivi nella nostra città sul versante dell’innovazione in ambito scolastico e i prossimi sviluppi di applicazioni grazie alla disponibilità della banda ultralarga. “Tutte le scuole connesse in banda larga – ha spiegato Rosa Maria di Giorgi – dispongono di un unico sistema che gestisce le iscrizioni alla scuola, le attività amministrative delle segreterie e i servizi comunali alla scuola: refezione, trasporto, pre e post scuola. A questo si aggiunge, dall’inizio del mandato amministrativo, la possibilità di gestire, con 11 procedure on line, il sistema delle iscrizioni e dei pagamenti con oltre 5mila pratiche fatte interamente via web nel solo 2012”.

IL PRANZO PASSA DA INTERNET. “Parliamo in prima battuta di refezione scolastica – ha aggiunto l’assessore all’educazione – lunedì prossimo, primo giorno di refezione, partirà il servizio di rilevazione automatizzato su 36 scuole del quartiere 4, che fanno capo al centro di cottura di via Bibbiena. Il sistema, inserito nel progetto “Scuola mobile”, andrà progressivamente a regime in tutte le scuole entro il 2012, sviluppando nel tempo ulteriori funzionalità”. Finora tutto avveniva in modo più manuale, ma da adesso tutto sarà digitato sui tablet, forniti alle nostre 158 scuole, su cui arrivano anche le indicazioni delle famiglie, e i dati vengono inviati on line, in modo più rapido e senza spreco di carta. L’informatizzazione permetterà di ottimizzare anche le risorse di personale impiegato, con un risparmio di alcune unità. Un aspetto molto importante, alla luce dei blocchi al turn over che hanno ridotto all’osso il personale disponibile. Per le scuole, poi, è già tutto pronto anche per il registro on line.

LA APP PER I GENITORI. C’è anche una app lato genitori per la gestione dei servizi. Le famiglie comunicano i dati per la refezione (mangia, non mangia, mangia in bianco), visualizzano le scadenze, lo stato dei pagamenti, attivano o cancellano i servizi, oltre ad annotare, vedere, ricordare una serie di dati e scadenze personali connessi alla vita scolastica. C’è una sezione ‘Dì la tua’, con la quale si potrà valutare il pasto e dare suggerimenti. Sempre sulla stessa app è in corso il lavoro per fornire la mappa della posizione gps dei pulmini, per informare in anticipo sui tempi di arrivo alla fermata, e che sarà disponibile nel 2013. “Già oggi cinque scuole cittadine, Pirandello, Pestalozzi, Desiderio da Settignano, Guicciardini e Isis Leonardo da Vinci – ha continuato l’assessore – dispongono di un collegamento a 100 mb/s, che sviluppa una velocità impensabile per gli standard cui siamo abituati. Una buona adsl viaggia da 7 a 20 mb/s, quindi siamo 5-10 volte tanto. La scelta di questi istituti è stata dettata esclusivamente da ragioni logistiche: sono quelli più vicini al collegamento. Nel corso del 2013 si aggiungeranno progressivamente altri istituti.

LA SCUOLA A CASA E NEGLI OSPEDALI. Con questa infrastruttura sarà possibile la condivisione di contenuti multimediali complessi, lezioni remotizzate visibili in “telepresenza”, con una definizione “full HD”. Oltre alla possibilità di “prendere”, ci sarà anche quella di “portare” la scuola in luoghi come gli ospedali o a casa dei ragazzi o in altre scuole per mettere a sistema le rispettive esperienze.

Ultime notizie

Toscana, zona gialla fino a quando. Fascia bianca ancora lontana

Fino a quando i dati sui contagi saranno sotto controllo, la Toscana resterà in zona gialla e non passerà in arancione: le regole. Intanto la regione "sogna" la zona bianca

Che colore siamo oggi: zona e colori per le regioni d’Italia (22 gennaio)

Zona gialla, arancione o rossa: che colore siamo oggi nelle regioni d'Italia? La mappa e le regole per ogni colore

Che zona è sabato e domenica: gialla, arancione o rossa

La mappa colorata d'Italia per il fine settimana: che zona è nelle diverse regioni sabato 23 e domenica 24 gennaio e cosa si può fare

Quanti contagiati oggi in Italia: oltre 13.000 casi e 472 morti

I dati del 20 gennaio dal bollettino sul coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia e quanti morti?