giovedì, 23 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaStrage di Viareggio, riunione con...

Strage di Viareggio, riunione con imprenditori danneggiati

riunione tra imprenditori e uffici del commissario martini in seguito al disastro di viareggio

-

Gli imprenditori e i professionisti presenti alla riunione tenutasi ieri mattina, 9 settembre, presso il Comune di Viareggio hanno fatto presente le problematiche più urgenti da affrontare in seguito al disastro di Viareggio come le questioni legate alla concessione di contributi , la possibilità di ottenere rimborsi delle spese sostenute per i trasferimenti delle attività e gli indennizzi. Gli uffici del Commissario Martini si sono detti disponibili a trovare soluzioni per i problemi sollevati  e per compiere il superamento della fase di emergenza.

Qui sotto riportiamo le principali soluzioni date dagli uffici del Commissario Martini agli imprenditori presenti:

I problemi finanziari sono di tipologie diverse, ma per tutti saranno ricercate le possibilità di modifiche all’ordinanza, per renderla più aderente alle esigenze prospettate. I contributi saranno erogati  entro un tempo massimo di trenta giorni.

Attualmente è previsto che i rimborsi possano essere concessi soltanto in seguito alla presentazione di bonifici che attestino gli avvenuti pagamenti. Gli imprenditori hanno chiesto di poter ottenere i contributi prima, per non essere costretti ad anticipare le cifre che dovrebbe ro poi essere loro rimborsate. Gli uffici del Commissario hanno risposto che ne verificheranno la fattibilità, allo scopo di aiutare finanziariamente imprenditori e professionisti.

Per quanto riguarda gli indennizzi per i mancati guadagni, imprese e studi professionali danneggiati denunciano mancati guadagni a causa dei danni subiti e della sospensione o riduzione delle attività. Chiedono quindi indennizzi per i mancati introiti. Si tratta di una richiesta avanzata da subito anche dalla Regione, ma che non è stata recepita nell’ordinanza di nomina del Commissario. I suoi uffici chiederanno ora il reinserimento di questa possibilità.

Infine le spese per i trasferimenti; chi ha avuto danni e si è trasferito in altra sede, ha la possibilità di ottenere contributi per l’affitto, fino ad un massimo di mille euro al mese. Però – affermano imprenditori e professionisti – non si è tenuto di conto delle spese sostenute per il trasferimento di attrezzature e attività. Anche riguardo a questa richiesta, l’impegno preso dagli uffici è stato quello di presentare al Commissario una proposta per rendere possibile un rimborso che tenga conto anche dei costi di trasferimento.

Gli uffici del Commissario si sono inoltre resi disponibili per un eventuale nuovo incontro con gli imprenditori danneggiati.

 

Ultime notizie