sabato, 20 Aprile 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaTavolini a Firenze senza autorizzazione:...

Tavolini a Firenze senza autorizzazione: aumenta la multa

Sanzioni più alte per sedie e tavolini a Firenze senza autorizzazioni. Ecco cosa cambia e i dati dei controlli

-

- Pubblicità -

Sui tavolini a Firenze e i controlli sulle autorizzazioni è stangata da parte del Comune, con un aumento delle multe per i locali. In molti non rispettano le regole. Ed è per questo che la giunta, con una delibera approvata su proposta dell’assessore al commercio e alle attività produttive Giovanni Bettarini, ha scelto di incrementare le sanzioni.

I controlli della polizia municipale

Il fatto che siano stati aumentate le multe sui tavolini a Firenze senza autorizzazioni è perché i dati parlano chiaro. Tanto successo (le novità vennero introdotte nel 2022) ma pure tanti furbetti. Nel 2023, nel centro storico, la municipale ha controllato il rispetto delle autorizzazioni dehors e suolo pubblico di 198 attività ed ha rilevato 264 violazioni, emettendo sanzioni. I numeri sono alti. Il 55% delle attività controllate non è risultato in regola, il 45% sì. Il fatto che ci siano più violazioni che attività si spiega così: la media di violazioni per locale è stata di due, per cui ci sono anche gestori che hanno rispettato le regole, ma il 55% rimane comunque un numero alto.

- Pubblicità -

Le nuove multe a Firenze per i tavolini in strada

Alla luce dei numeri delle multe sui tavolini a Firenze senza autorizzazioni è stato deciso di aumentare le sanzioni: la linea dura prevede una multa che aumenta da 50 a 400 euro non solo per chi ecceda gli spazi concessi con sedie e tavolini o dehors abusivi (con il ritiro della concessione di suolo pubblico dopo due violazioni accertate nell’anno solare). Più sanzioni anche per alcune violazioni di norme contenute nel Regolamento Unesco. La sanzione passa invece da 50 a 200 euro per i negozianti che non provvedano nelle aree esterne di pertinenza dei locali alla rimozione dei rifiuti e alla pulizia del suolo durante tutto l’orario d’apertura dell’attività commerciale ed entro un’ora dopo la chiusura. La multa passa da 50 a 100 euro per un’altra tipologia di furbetti. Per chi utilizza la vetrina per tenerci scatoloni di merce o tiene prodotti alimentari a terra invece che sugli scaffali.

“Basta con i furbetti dei tavolini”

A proposito delle violazioni sui tavolini a Firenze il sindaco Dario Nardella ha detto “basta con i furbetti del dehors e del suolo pubblico. Chi non rispetta le regole va incontro a sanzioni più salate, chi sbaglia paga. Il regolamento Unesco deve essere rispettato. Chi non lo fa rischia la sospensione e poi il ritiro della licenza in caso di reiterazione. Ci auguriamo che il giro di vite sia un deterrente per ridurre le infrazioni”. Bettarini ha affermato la necessità di “sanzioni più adeguate all’infrazione commessa”.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -