lunedì, 26 Ottobre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Toscana, ancora in calo la...

Toscana, ancora in calo la produzione industriale. Sale (di poco) l’occupazione

Lo annuncia l'indagine di Unioncamere e Confindustria: la produzione industriale nel secondo trimestre del 2012 è ancora in calo. Cresce invece dell'1% l'occupazione.

-

 

Ulteriore calo produttivo nel secondo trimestre del 2012 in Toscana.

LA PRODUZIONE. Secondo l’indagine portata avanti da Unioncamere e Confindustria il dato sulla produzione industriale è in calo: è infatti negativo e scende a -4,9% rispetto allo stesso periodo del 2011 ed è ancora più negativo il dato relativo al fatturato (-6,1%), a indicare una contrazione dei margini. Da inizio 2011 a oggi i prezzi della produzione sono infatti in costante rallentamento.

LE AZIENDE. A livello dimensionale soffrono di più le piccole imprese (-6,5% produzione) rispetto alle medie (-1,2%), mentre si accentua la flessione delle grandi (-4,3%) con una forte contrazione degli ordinativi. Fra i singoli settori cresce solo il pelli-cuoio (+3,4%): invertono in negativo la tendenza la meccanica (-4,3% contro il +2,8% del primo trimestre) e la farmaceutica (-10,6% contro +2,5%).

MERCATO ESTERO. In un momento come questo, dove il mercato interno risente di una grave crisi economica, secondo il presidente di Unioncamere Toscana, Vasco Galgani, è sui mercati esteri che le aziende devono puntare. “Forti del valore della semplice etichetta Made in Italy – ha aggiunto – e soprattutto Made in Tuscany, gli imperativi per uscire dalla crisi possono essere soltanto fare rete e rafforzare politiche di promozione verso l’estero”.

OCCUPAZIONE. Buono invece il dato riguardante l’occupazione che cresce dell’1% al netto della cassa integrazione.

Ultime notizie

Cinema chiusi per Covid, film già visto: “No al Dpcm, sì a misure locali”

Le piccole sale rischiano grosso dopo l'ennesima chiusura per l'emergenza Covid. Abbiamo sentito il presidente di Spazio Alfieri, una tra i cinema d'essai più conosciuti a Firenze

Quante persone possono partecipare ai funerali: regole del dpcm Covid

Cosa prevede il decreto anti-coronavirus del 24 ottobre in caso di funerale: quanti possono essere i partecipanti e per cosa scatta il divieto

Quante persone al ristorante? Il numero massimo previsto dal nuovo Dpcm

Il nuovo Dpcm 24 ottobre dice che possono sedere allo stesso tavolo del ristorante non più di 4 persone, con una sola eccezione: cosa cambia con le nuove regole

Nuovo Dpcm ottobre 2020: il testo in Gazzetta Ufficiale (pdf)

Chiusura delle palestre, "coprifuoco" anticipato per bar e ristoranti, semi-lockdown senza blocco degli spostamenti tra regioni: cosa prevede il testo del nuovo Dpcm di ottobre pubblicato in Gazzetta Ufficiale