venerdì, 14 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaTrenta chili di sigarette nascoste...

Trenta chili di sigarette nascoste nei bagagli: arrestato un rumeno a Peretola

L'uomo, un 23enne, si era imbarcato sul volo in partenza dalla Moldavia ed era sbarcato all'aeroporto fiorentino: nelle sue valigie, nascosti tra i vestti, i finanzieri del Gruppo di Firenze e i funzionari dell’Agenzia delle Dogane hanno trovato 1.457 pacchetti.

-

Contrabbando di sigarette, un arresto all’aeroporto di Peretola.

CONTROLLI. I finanzieri del Gruppo di Firenze e i funzionari dell’Agenzia delle Dogane  in servizio all’aeroporto di Firenze hanno infatti tratto in arresto un cittadino romeno fermato nello scalo fiorentino con 30 chili di sigarette, trovati all’interno di due bagagli stivati.  L’uomo, un 23enne con passaporto e carta d’identità rumene, si era imbarcato sul volo in partenza dalla Moldavia (con transito a Francoforte). Nel corso delle operazioni di controllo doganali, sono state scoperte alcune stecche di sigarette, abilmente nascoste tra i capi d’abbigliamento.

 

GUARDA IL VIDEO DELLA GDF:

{youtube}vrlQyMS45sY{/youtube}

 

LA SCOPERTA. L’ispezione ha permesso ai finanzieri e ai funzionari doganali di trovare, in totale, 1.457 pacchetti di sigarette. Il giovane, che aveva acquistato i tabacchi in Moldavia a prezzi molto bassi (circa due euro a pacchetto), cercava di introdurre illegalmente le sigarette in Italia, dove avrebbe potuto realizzare un guadagno di circa il doppio del costo di acquisto.

RECIDIVO. I successivi accertamenti hanno poi permesso di appurare la recidività del giovane rumeno. Lo scorso dicembre, infatti, era stato oggetto di controllo doganale nella sala arrivi dell’aeroporto di Napoli – Capodichino, nel corso del quale erano scoperti 25 chili di tabacchi lavorati esteri occultati nel bagaglio stivato. Il rumeno è stato tratto in arresto per il reato di contrabbando di tabacchi lavorati esteri e condotto presso la casa Circondariale di Solliciano di Firenz,e a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

CONTRABBANDO. Il reato di contrabbando di tabacchi lavorati esteri (art. 291/bis TULD) prevede per chiunque introduca, trasporti, o detenga nel territorio dello stato un quantitativo di tabacchi lavorati esteri di contrabbando superiore a 10 chili la reclusione da 2 a 5 anni e una multa di 5 euro per ogni grammo di prodotto. I tabacchi in possesso del rumeno sono stati sottoposti a sequestro.

Ultime notizie