sabato, 15 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & Politica''Truffa dell'Iphone'', arrestato un uomo...

”Truffa dell’Iphone”, arrestato un uomo in piazza Tasso

L'uomo, un italiano, è stato arrestato per tentata truffa: avrebbe cercato di vendere custodie per iPhone contenenti saponette o smartphone giocattolo.

-

Tentata truffa: arrestato ieri mattina in piazza Tasso, da un equipaggio della Squadra Volante un napoletano di 41 anni, con precedenti per reati in materia di stupefacenti e reati contro il patrimonio, tra i quali anche precedenti specifici per truffa.

LA PROPOSTA. Tutto è cominciato in seguito alla segnalazione di  un cittadino kosovaro che, intorno alle 12.30, è stato avvicinato in strada dal napoletano. Quest’ultimo – viene spiegato – estratti dalla tasca dei pantaloni due custodie per Iphone e un Iphone5, ne ha proposto il “vantaggioso” acquisto allo straniero per 300 euro. Durante le trattative, vista la resistenza oppostagli dall’interlocutore, l’aspirante venditore si è reso disponibile anche “ad accontentarsi” di una cifra più esigua, giustificando quella “vendita in strada low cost” con l’esigenza di procurarsi denaro contante in un momento di “difficoltà economica”.

L’AFFARE. Per persuadere la vittima circa la bontà del prodotto – continua la Questura – il napoletano ha esibito anche un documento certificante l’avvenuto acquisto del cellulare da un rivenditore autorizzato per la somma di 700 euro. A quel punto, però, il kosovaro ha riconosciuto nel volto e nell’atteggiamento del campano l’uomo che, circa due anni prima, gli aveva venduto – con lo stesso modus operandi – una custodia per Iphone contenente due saponette. In quell’occasione lo straniero, convinto di avere concluso “un affare” acquistando un Iphone per soli 70 euro, dopo aver scoperto il raggiro non aveva denunciato l’accaduto per vergogna.

LA SEGNALAZIONE. Ieri invece, una volta riconosciuto il truffatore, il kosovaro lo ha allontanato e, dopo aver scattato una foto alla targa del ciclomotore guidato dal napoletano, ha contattato il 113, fornendone una descrizione dettagliata nonché comunicando il numero di targa del veicolo. Pochi istanti dopo le Volanti hanno rintracciato l’uomo in piazza Tasso: il napoletano è stato trovato in suo possesso due custodie per Iphone, una contenente uno smartphone e l’altra un cellulare in plastica e una barra in metallo zincato.

IN ALBERGO. Dopo più accurati controlli, gli agenti sono risaliti all’albergo di Campi Bisenzio nel quale il napoletano – di passaggio nel capoluogo fiorentino – aveva preso dimora: qui, nei bagagli, sono stati trovati e sequestrati 9 custodie per cellulari, 9 cellulari giocattolo e 3 staffe in ferro.

Ultime notizie