venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaTurismo 2011: un altro record...

Turismo 2011: un altro record per Firenze

Superati i 12 milioni di pernottamenti nella provincia di Firenze e in città si superano gli 8 milioni. Un anno da record il 2011, non solo per il meteo ma anche per il turismo.

-

I dati sui pernottamenti dei turisti nella provincia e nella città di Firenze hanno registrato risultati positivi e in crescita. Nel 2011 si contano 12 milioni e 300 mila presenze in provincia e più di 8 milioni nella sola città di Firenze. Una crescita complessiva che supera gli otto punti e mezzo.

I DATI PROVINCIALI. Secondo i dati delle rilevazioni ufficiali raccolte mensilmente dal Servizio Statistica della Direzione Sviluppo Economico e Programmazione della Provincia di Firenze ed elaborati dal Centro Studi Turistici di Firenze, il turismo per l’anno 2011 è stato caratterizzato da una forte crescita sia degli arrivi (+212 mila unità pari al +5,0%) sia delle presenze (+954 mila pernottamenti pari al +8,4%) sul territorio provinciale grazie soprattutto alla domanda straniera e anche grazie ad un buon risultato della domanda italiana, in particolare nei primi 10 mesi dell’anno. Tra i dati mensili del 2011 spiccano i valori registrati nel mese di aprile (+182 mila pernottamenti) e nel trimestre estivo (+481 mila pernottamenti). In evidenza anche per quest’anno l’aumento registrato dalla domanda straniera dal mercato nazionale.

FIRENZE. La città di Firenze ha superato nel 2011 gli 8 milioni di pernottamenti con una crescita sia degli arrivi sia delle presenze . Una crescita registrata in tutti i mesi dell’anno ad esclusione di novembre. I migliori sono stati aprile e i mesi estivi. Aumentano le presenze statunitensi e restano in positivo anche tutte le altre nazionalità.

IL RESTO DELLA PROVINCIA. Nelle altre aree turistiche della provincia la crescita per l’anno 2011 è stata superiore rispetto al dato cittadino grazie ad un aumento del soggiorno medio. In particolar modo si registra un incremento dei pernottamenti che alza la permanenza media a 3,5 giorni (3,3 nel 2010). L’aumento della domanda in queste aree si è concentrato particolarmente nei mesi di aprile e nel periodo che va da giugno a ottobre compreso. Valori positivi anche negli altri mesi. Clientela straniera e italiana fanno la loro parte in egual modo.

L’ASSESSORE. “Questi dati – sottolinea l’Assessore provinciale al Turismo, Giacomo Billi – arrivano dopo un 2010 che era stato già un anno più che positivo. Per i prossimi anni, più che il numero totale dei pernottamenti sarà importante aumentare il numero di giorni di permanenza. I numeri inoltre ci ricordano come il turismo sia un fattore di sviluppo economico su cui puntare, con possibili ricadute positive immediate”.

Meteo 2011: un anno da record per la Toscana

Ultime notizie