Non solo un concerto, non solo una serata di divulgazione scientifica. Quella di domenica prossima è un’iniziativa che sta a metà.

Ci sarà infatti un concerto per ricordare Raffaella Becagli, l’imprenditrice fiorentina scomparsa tragicamente, tre anni fa, a Bali, in Indonesia. Ma lo scopo della serata sarà anche quello di presentare il progetto di F.I.R.M.O. fondazione – intitolata a Raffaella Becagli e presieduta da Maria Luisa Brandi – per la costruzione di un Laboratorio sulle Malattie Rare dell’Osso, il Laboratorio OsteoRare.

La Fondazione, esempio di ente privato ‘non profit’, ha come obiettivo prioritario la cura delle malattie dello scheletro. L’associazione si è posta un traguardo realmente ambizioso: combattere e, dove possibile, debellare le malattie ossee. A questo scopo ha stretto alleanze strategiche con pazienti, organizzazioni mediche e scientifiche, agenzie deputate alla salute pubblica, università, i ricercatori ed industrie, su un tema che sta trovando vasto riscontro ed una sensibilità notevole da parte d’importanti personaggi pubblici.

Tra questi, anche il campione del mondo di calcio “Spagna ’82”, Paolo Rossi, che ha scelto di mettere la sua figura e la sua autorevole immagine a servizio della causa sostenuta dalla F.I.R.M.O., divenendo ‘testimonial’ di un impegno importante.

Una sensibilizzazione ampia, dunque, che troverà un suo momento fondamentale nel concerto del 26 ottobre. Protagonista della serata – sul palco della Galleria dell’Accademia – sarà il ‘Nino Rota Ensemble’, gruppo musicale composto da sole donne, unite dalla stessa passione per musica e cinema. Un sestetto con voce, flauto, violino, viola violoncello e pianoforte, che ha riscosso vasto apprezzamento a livello internazionale e che – in occasione del concerto di Firenze – eseguirà musiche tratte dalle colonne sonore dei più famosi film.

Tutte le informazioni sull’evento F.I.R.M.O. del prossimo 26 ottobre si possono ottenere riferendosi al numero 0552608941. L’evento si terrà alla Galleria dell’Accademia.