lunedì, 28 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Un nuovo piano per Firenze

Un nuovo piano per Firenze

-

Venerdì 10 ottobre, alle 16 è in programma il terzo appuntamento del ciclo di incontri programmato nell’ambito della mostra “Firenze 1000. Il modello di città”. Si tratta in totale di 10 fra tavole rotonde e presentazioni sul tema della città.

Il tema al centro dell’appuntamento di domani “Il nuovo Piano di Firenze“. Nel corso della tavola rotonda saranno presentati i risultati di una giornata di studi che il dipartimento di Urbanistica dell’Università di Firenze organizzò all’indomani dell’adozione del Piano Strutturale centrati sugli aspetti specificatamente disciplinari. Gli atti di quella giornata sono ora pubblicati sulla rivista del dipartimento, “Contesti“, e rappresentano un contributo alla fase odierna nella quale si decidono le controdeduzioni alle osservazioni pervenute.

All’incontro di domani, presieduto dal presidente della commissione urbanistica Antongiulio Barbaro, sono previsti interventi Paolo Avarello dell’Università di Roma Tre, Graziella Beni dirigente del comune di Sesto Fiorentino, Raimondo Innocenti e Mariella Zoppi dell’Università di Firenze, Lorenzo Paolo dirigente del comune di Scandicci.

Notizia precedenteTurismo, calano gli arrivi
Notizia successivaA scuola di consumo critico

Ultime notizie

Stop per la Domenica metropolitana. Gli altri musei di Firenze gratis

Sospeso l'ingresso gratuito per i residenti nei musei civici la prima domenica del mese. I fiorentini però possono "consolarsi" con altri luoghi d'arte, dove l'ingresso è sempre libero

Concorso straordinario scuola 2020, date e posti disponibili per regione

Scatta il primo concorso per i docenti precari di medie e superiori. I dettagli sulla prova

Mascherina, dove c’è obbligo all’aperto: dalla Lombardia alla Sicilia

In quali regioni le mascherine sono obbligatorie, 24 ore su 24, anche all'aria aperta: le regole

Bonus tv, come richiederlo: modulo pdf per televisione e decoder DVB-T2

Addio al vecchio televisore o al vecchio decoder: in arrivo un nuovo standard di trasmissione del digitale terrestre. Per le famiglie a basso reddito c'è però un voucher per compare nuovi apparecchi