lunedì, 27 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaUna rete di sportelli per...

Una rete di sportelli per l’impresa che parla straniero

Sono sempre di più gli imprenditori stranieri che scelgono la Toscana per avviare le proprie attività. A loro si rivolge Migra-net, progetto lanciato dalla Regione e Cna Toscana, costruito attorno ad un sito internet e una rete di 45 sportelli attivi nelle province di Firenze, Arezzo, Prato e Pistoia.

-

Un sistema in grado di fornire consulenza e tutela ai cittadini stranieri che intendono avviare o consolidare un’attività economica autonoma, in un momento di generale crisi che sta mettendo a dura prova l’iniziativa privata.

L’obiettivo è favorire l’integrazione sociale dei cittadini stranieri attraverso la creazione d’impresa nel rispetto delle regole e normative e la collaborazione e partnership tra imprese italiane e straniere.

“Uno dei punti contenuti nella legge regionale sull’immigrazione – ha detto l’assessore alle politiche sociali Gianni Salvadori – prevede espressamente la creazione di strumenti come Migra-net, che si propongono di assistere gli stranieri regolari che hanno intenzione di avviare un’attività in proprio. La Toscana, secondo l’ultimo rapporto Caritas Migrantes, è una delle 6 regioni italiane dove si concentra circa l’80% delle imprese condotte da stranieri. Malgrado il momento di crisi queste persone continuano a stabilirsi in Toscana e ad avviare progetti imprenditoriali”.

PIATTAFORMA VIRTUALE DI INTEGRAZIONE. Il progetto si basa su un principio di “Open-source delle conoscenze”: Cna Toscana ha infatti realizzato una apposita piattaforma informatica con livelli di accesso differenziati per gli operatori accreditati (enti locali, associazioni, ecc.) ed i cittadini stranieri.

Il portale www.migranet.it è uno strumento di promozione della integrazione sociale attraverso la creazione d’impresa e, contemporaneamente, un repertorio di informazioni utili per la creazione d’impresa straniera, al femminile e socialmente responsabile, un punto di riferimento per cittadini ed operatori, una raccolta di esperienze, servizi ed informazioni.

IMPRESE STRANIERE IN TOSCANA. Secondo i dati dell’ultimo dossier Caritas/Migrantes in Toscana ci sono 21.978 imprese attive costituite da cittadini stranieri, per la maggior parte concentrate tra Firenze e Prato. I cinesi costituiscono il gruppo di imprenditori più numeroso (5.842), seguiti da albanesi (4.089), romeni (3.907), marocchini (2.521) e senegalesi (925).

Ultime notizie