“Una visita ti salva la vista”. Ovvero controlli oculistici gratuiti per prevenire la cecità. Anche Firenze il 9 ottobre aderisce alla Giornata mondiale della vista, organizzata dall’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus – che porta avanti programmi insieme all’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) – con la collaborazione delle sezione provinciale di Firenze dell’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti (Uici), della clinica oculistica dell’Università di Firenze diretta dal professor Ugo Menchini e della Croce Rossa Italiana-comitato fiorentino.

“Si tratta – ha sottolineato l’assessore alle politiche socio-sanitarie Graziano Cioni – di un’iniziativa di prevenzione contro una patologia purtroppo che colpisce un gran numero di persone. Con questa visita, che avverrà in piazza della Repubblica dove è installato il bassorilievo per far ‘toccare’ la città anche in non vedenti e donato dal Kiwansis Club, si evidenzieranno i casi che potranno poi essere controllati nelle strutture pubbliche che assicurano alta professionalità. In tal senso come Società della Salute nei prossimi giorni ci faremo promotori di un incontro fra Asl e Uici”.

L’iniziativa, denominata “Una visita ti salva la vista“, si svolgerà giovedì con una serie di controlli oculistici gratuiti in piazza della Repubblica. Dalle 10 alle 18, tutti i cittadini con più di 35 anni potranno farsi misurare la pressione oculare (con uno strumento chiamato tonometro a soffio e richiede pochi minuti) in gazebo appositamente allestiti per l’occasione.

Lo scopo è prevenire il glaucoma degli occhi, che colpisce in Italia quasi un milione di persone. Di questi circa la metà non ne è a conoscenza, perché non ha sintomi particolari. Col rischio che ci si renda conto dei danni al nervo ottico solo quando è troppo tardi. Di qui l’importanza di una diagnosi precoce per preservare la salute oculare e non andare ad accrescere il numero dei ciechi che attualmente, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, ammonta a circa 47 milioni nel mondo.

“Chi meglio di noi, che non vediamo, sa quanto è preziosa la vista”, nota il presidente provinciale Uici Antonio Quatraro, che aggiunge: “L’Uici vuole concorrere in prima persona a proteggere questo bene inestimabile, ricordando ai fiorentini l’importanza della prevenzione, e dando anche un messaggio positivo di persone che, proprio perché hanno perso il tesoro della vista, ne conoscono il valore”.

Per informazioni: Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti, sezione di Firenze: tel. 055-580319; numero verde 800-068506 (attivo dalle 10 alle 13, dal lunedì al venerdì).