Sono questi gli argomenti al centro dell’incontro che si è svolto venerdì scorso a Torino tra la commissione cultura di Palazzo Vecchio e l’assessore alla cultura del comune piemontese Fiorenzo Alfieri.

“Torino ha sempre svolto un ruolo centrale nelle celebrazioni dell’Unità d’Italia -ha spiegato il presidente della commissione cultura di Palazzo Vecchio Dario Nardella – nel corso dell’incontro l’assessore Alfieri ha illustrato il fitto programma di eventi e iniziative che il comune di Torino ha deciso di promuovere, come mostre sulla città allestite in luoghi simbolici e che ne raccontano le trasformazioni, dal Lingotto a Mirafiori, al distretto culturale.

Da parte nostra – ha proseguito Nardella – abbiamo illustrato all’assessore Alfieri e alla commissione cultura del Comune di Torino lo stato di avanzamento dei nostri progetti, concentrati soprattutto nella realizzazione del nuovo Teatro del Maggio Musicale, la celebrazione dei luoghi di Firenze capitale d’Italia e la realizzazione del Museo del Risorgimento. Allo stesso tempo assieme all’assessore Alfieri abbiamo discusso delle iniziative da promuovere insieme, come una coproduzione teatrale. Gli esiti dell’incontro saranno opportunamente riferiti all’assessore alla cultura Gozzini”.

Durante il colloquio con l’assessore Alfieri il vicepresidente della commissione Enrico Bosi ha sottolineato di “aver chiesto alla fondazione Palazzo Strozzi di allestire una mostra per il 150° anniversario, la reinaugurazione dei monumenti risorgimentali in maniera simultanea a Roma, Firenze e Torino, che il pacchetto turistico organizzato in occasione delle celebrazioni riguardi le tre città e la realizzazione del museo del Risorgimento”.