L’azienda metalmeccanica fiorentina è specializzata in produzioni legate alla metallizzazione. Con loro i rappresentanti dell’assessorato regionale alle attività produttive e della Provincia di Prato.

L’incontro è stato sollecitato dai lavoratori preoccupati per l’aggravarsi delle difficoltà economiche in cui versa l’azienda, la cui proprietà fa capo, in parte, anche a Finmeccanica. L’ultimo passaggio è stata l’apertura di una procedura di Cassa integrazione per 25 lavoratori, oggi all’esame della Provincia di Prato.

L’assessore ha assicurato ai lavoratori che non mancherà loro l’appoggio della Regione. In particolare la Regione parteciperà al tavolo aperto dalla Provincia di Prato per la cassa integrazione. Inoltre sarà attivato un confronto con Finmeccanica che ha una partecipazione azionaria nella società.

L’obiettivo della giunta è quello di assicurare il mantenimento dei livelli occupazionali e mantenere una presenza produttiva nel territorio, anche in considerazione del fatto che l’azienda è uno dei tre produttori mondiali di attrezzature per la metallizzazione e ha buone prospettive di mercato.