sabato, 19 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Vandali contro Forza Italia

Vandali contro Forza Italia

Nella notte è stato compiuto un atto vandalico contro la sede fiorentina di piazza Pier Vettori: un grosso masso è stato scagliato contro la vetrata, che è stata ridotta quasi in frantumi. Alcuni militanti erano rimasti in sede fino alle 2,30 di notte: il raid sarebbe quindi avvenuto successivamente.

-

Il raid è stato dunque compiuto nella notte in piazza Pier Vettori: il grosso masso è stato lanciato contro la vetrata principale della sede azzurra. Sul posto sono intervenute Digos e Scientifica, che sono al lavoro per individuare i responsabili del gesto. Dalle prime indagini sembra che il masso con cui la vetrata è stata colpita sia stato trasportato in piazza Pier Vettori da un’altra zona della città: ad essere preso di mira è stato un manifesto con la foto di Berlusconi.

E subito sono partite le reazioni del mondo politico. “Condanniamo con forza quanto accaduto nella notte. Atti vandalici di questo tipo devono essere sempre e comunque fermati come violazione della libertà di pensiero. Occorre innalzare il livello di attenzione e vigilare a garanzia e tutela dei diritti di democrazia”. Queste le parole di ferma condanna del presidente del Consiglio regionale, Riccardo Nencini, appresa la notizia dell’atto vandalico alla sede di Forza Italia. Nencini ha inoltre espresso piena solidarietà a Forza Italia nell’augurio che fatti così negativi per la democrazia non si ripetano.

“Purtroppo ancora una volta la scorsa notte a Firenze nei confronti di una sede di Forza Italia, sono stati commessi atti di vandalismo. Questa ennesima azione che ha colpito ed infranto una delle tre vetrine della sede di piazza Pier Vettori, conferma che in città esiste purtroppo chi crede ancora di esprimersi politicamente con la violenza e gli atti vandalici“. Queste le parole del coordinatore di Forza Italia Giovani Firenze, Tommaso Villa, e del suo vicecoordinatore, Daniele Onori. “Vogliamo però esser chiari su di un aspetto – hanno continuato i due – se qualcuno crede o spera di spaventare anche noi di Forza Italia Giovani, rimarrà profondamente deluso. Continueremo con ancora maggiore forza e tenacia nelle nostre battaglie politiche in città affinché la libertà di pensiero prevalga sempre sulla violenza gratuita. Il popolo azzurro davanti a certe minacce non si è mai fermato. Chi ha commesso questi atti si giudica da solo. La pochezza delle loro idee è proporzionata alle loro azioni”.

“Non credo che sia un episodio da sottovalutare: è confermata la persistenza di un preoccupante clima di odio ideologico e di intolleranza nella nostra città”. Questo il commento di Bianca Maria Giocoli, capogruppo di Forza Italia-Pdl, dopo che “un grosso pezzo di asfalto è stato lanciato la scorsa notte contro una foto di Silvio Berlusconi affissa a una delle tre vetrine esterne della sede di Forza Italia di piazza Pier Vettori”. “Nella nostra sede – ha spiegato – si era svolta una riunione del comitato cittadino e di quello provinciale alla quale avevano partecipato molte persone”. “Non ci faremo intimidire – ha aggiunto Bianca Maria Giocoli, insieme a Paolo Amato, Jacopo Bianchi, Enrico Bosi, Massimo Pieri, Marco Stella e Gabriele Toccafondi – ma quanto avvenuto ieri sera è purtroppo un effetto di una lotta politica che talvolta si basa solo ed esclusivamente sulla delegittimazione dell’ avversario. Nei giorni scorsi sono apparse scritte intimidatorie contro l’assessore Graziano Cioni. Ieri l’atto vandalico contro la nostra sede: sarà opportuno che di questi episodi si occupi il comitato provinciale per l’ordine pubblico”.

Ultime notizie

La Rondine di Puccini al Teatro del Maggio musicale fiorentino

Molte accortezze anti-Covid, ma ancora tanta voglia di fare spettacolo. Al Maggio torna un titolo riscoperto del repertorio pucciniano

Il concerto dei Bowland a Villa Bardini (in streaming)

Un'esibizione speciale che sarà trasmessa sui social. Lattexplus lancia un nuovo progetto che lega insieme musica e location esclusive

Tessera elettorale smarrita o piena: cosa fare per ritiro, cambio o rinnovo

Persa, danneggiata o rubata: la procedura da seguire per richiedere il documento essenziale al momento del voto