martedì, 20 Aprile 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaViareggio, "è tempo di accelerare...

Viareggio, “è tempo di accelerare sulla ricostruzione”

“E’ il momento di accelerare i tempi e procedere spediti verso il completamento dell’iter per l’avvio della ricostruzione. Abbiamo una priorità: dare una casa a chi non ce l’ha”. Ad annunciarlo è stato Claudio Martini, commissario per la ricostruzione a Viareggio in seguito alla tragedia ferroviaria del 29 giugno scorso.

-

“Grazie all’accordo con le Ferrovie che formalizzeremo a breve e alle scelte dell’amministrazione comunale sul futuro dell’area di via Ponchielli, siamo oggi in grado di dare maggiori certezze alle famiglie colpite – ha aggiunto Martini  al termine della riunione del Comitato istituzionale che si è tenuta questa mattina presso il comune versiliese – . All’inizio della prossima settimana partiranno gli incontri individuali per esaminare le singole situazioni e tenere nel debito conto le osservazioni e le esigenze dei diretti interessati”.

L’ACCORDO CON FS. L’accordo con Ferrovie prevede la soppressione di due binari, il 9 e il 10, l’arretramento di circa 20 metri all’interno dell’area ferroviaria del traliccio dell’alta tensione e la realizzazione di un muro divisorio di sicurezza dotato di barriere antirumore. Il sottopasso sarà previsto nel Piano commissariale e per la sua realizzazione si prevede una spesa di circa 5 milioni di euro.

SCELTE URBANISTICHE. Il Comune metterà nero su bianco le sue scelte urbanistiche per il riassetto di via Ponchielli: sul lato mare confermerà la volontà di realizzare un’area a verde e il mantenimento di un unico edificio, quello della carrozzeria. Lungo il lato monte la ricostruzione sarà invece totale, poiché è emersa la volontà di quasi tutte le famiglie di rimanere. Solo tre famiglie hanno infatti manifestato la volontà di andare a vivere altrove e otterranno quindi i contributi previsti per la delocalizzazione. Durante l’incontro l’amministrazione comunale ha espresso la volontà di ricostruire anche quelle tre abitazioni che andranno a far parte del patrimonio immobiliare del Comune.

I FONDI DEL GOVERNO. “Anche se i 15 milioni promessi dal Governo – ha concluso il commissario Martini – non sono ancora arrivati faccio conto che siano già in cassa. Il problema piuttosto è che non sono sufficienti a garantire tutti gli interventi necessari”.

Il prossimo appuntamento del comitato istituzionale è in programma per dopodomani. Gli incontri con le singole famiglie, gli imprenditori, e i professionisti interessati cominceranno all’inizio della prossima settimana e dovrebbero concludersi entro fine mese.

Ultime notizie