domenica, 11 Aprile 2021
HomeSezioniEventiA Monteriggioni, nel Medioevo...

A Monteriggioni, nel Medioevo…

-

La grande novità dell’edizione 2008 è rappresentata dall’uscita dal Castello: nella prima settimana infatti la cinta fortificata di Monteriggioni sarà di nuovo assediata e ai suoi piedi i visitatori saranno subito coinvolti in un “Torneo a Cavallo” dove si scontreranno i cavalieri nobili del contado, in un rincorrersi di bagliori di armature, colori e bandiere. Mentre il Castello assediato dai guelfi fiorentini vivrà al suo interno tradimenti, piccole battaglie, vita quotidiana e anche clima di festa e di magia, ricostruendo una giornata di fiera medioevale, sarà inoltre possibile vivere un’esperienza da veri pellegrini.

Dalle 19 infatti si potrà rivivere il periodo dei pellegrini medioevali calpestando un tratto di via Francigena, accompagnati da un attore vestito da frate che conosce i percorsi magici che collegano il Castello all’abbazia di Badia Isola, dove sarà possibile incontrare strane figure del passato in quei tracciati nel bosco dove ancora si respira la storia.

L’inizio delle attività è previsto per le 17 con il Gruppo teatrale Faippole che presenta “Come lo Santo Brandano giunse alla terra promessa”, a cura del laboratorio teatrale del Comune di Monteriggioni gestito da “laLut”. Il Castello aprirà alle 18 con l’ingresso del Castellano di Monteriggioni ed il tradizionale discorso di apertura ufficiale della festa a cura de l’Agresto e dell’Associazione Età dell’Oro.

A questo punto inizieranno le esibizioni di arti, mestieri e scene di vita quotidiana medioevale all’interno della cinta del Castello così come il mercato medievale con gli artigiani: il ceramista, l’arcaio, il cartaio, l’armaiolo, il mercante di stoffe, il mugnaio, lo scalpellino, la tessitrice e altri. La festa prevede anche i giocolieri e saltimbanchi, trampolieri e imbonitori, musici, buffoni e giocolieri, ad animar strade e piazze con parate, concerti, bagordi e stravaganze.

Alle 18,30 ed alle 20 sarà il momento della “Giostra e Torneo Medievale” tra cavalieri in singolar tenzone, a piedi e a cavallo, nel Campo dei Tornei sotto il castello, mentre le taverne ed i punti ristoro apriranno alle 19.

Tra le particolarità l’uso delle monete antiche come mezzo di pagamento all’interno della festa, attraverso il “grosso” coniato presso la Zecca di Lucca. Verrà ricreata l’atmosfera della vita quotidiana dentro il castello, con mercati e artigiani, decine di spettacoli movimenteranno le sere e le notti della festa, con musiche medievali, giocolieri ed artisti di strada. La festa si dividerà in due, con due distinti programmi per ogni weekend.

Tutto questo ed altro ancora, richieste di informazioni comprese, si potrà leggere sul sito www.monteriggionimedievale.com già pienamente attivo con il programma dettagliato dei giorni della festa.

Notizia precedenteCinema, una scuola estiva
Notizia successivaTramvia, aperto l’infopoint

Ultime notizie