Non è nuovo né poco conosciuto il nome di Micha Van Hoecke, ma può ben figurare nella pattuglia ICCP, per le sue scelte controcorrente rispetto alle coreografie tradizionali, per il suo senso dell’humour e per le sue profetiche aperture della danza al teatro e alla poesia. Il festival ripropone, come tappa inaugurale di un Omaggio a Micha e al suo Ensemble, il primo nazionale dedicato al coreografo, quel Monsieur monsieur (in programma il 5 agosto ore 21,30) creato a Bruxelles nel 1981 sulle poesie di Jean Tardieu. Lo spettacolo è un viaggio quasi autobiografico nei suoi ricordi e nei suoi lavori, una sorta di cabaret dell’assurdo danzato, mimato e recitato che lo fece conoscere in Italia. Arricchiscono l’omaggio a Micha altri due lavori cult: Maria Callas – La Voix des Choses (7 agosto ore 21,30) che si affida alle suggestioni della inimitabile voce della Callas, alle registrazioni in studio, alle prove, ai rumori di scena, per evocare attraverso quadri coreografati, senza trame biografiche, un racconto emozionato ed emozionante e Le Voyage (9 agosto ore 21,30) che scava nelle origini russe di van Hoecke, fatte rivivere dalle note di antiche musiche della tradizione.
Il festival in apertura il 1 agosto, in linea ICCP, presenta il concerto-spettacolo del cantautore Simone Cristicchi con tre musicisti Davide Aru alla chitarra, Gabriele Ortenzi all’organetto e Raffaele Pinelli loop station e con il gruppo fiorentino dei Gogmagog. Centro di igiene mentale storie di matti e manicomi è tratto dalle lettere mai spedite e ritrovate in un baule, dell’ex-manicomio di Volterra.
Il programma dedicato anche ai ragazzi, prosegue poi sul tema della favola che lega il particolare Pinocchio dei Kinkaleri ( 2 agosto), alla coreografia dal tocco poetico di Giorgio Rossi intitolata La favola esplosa (3 agosto) e ai tre lavori della non scuola romana: l’effimero sogno di Assunta Pertuso e le illusioni d’amore di e con Mirko Feliziani (2 agosto), i cartoons giapponesi che ispirano Ecce Robot di e con Daniele Timpano (6 agosto) e infine tra realtà fantasia sull’isola dell’Asinara, Andrea Cosentino, anche autore, interpreta L’asino albino (8 agosto).
Completano il cartellone del 2008 in prima nazionale, Il primo studio per Pittura su legno di Bergman con Roberta Geri ambientato en plein air verso il tramonto, per la regia di Andrea Mancini e Studio/Concerto Jazz n°322 domande, allestito ed interpretato da Anna Di Maggio con la musica dal vivo di Angelo Italiano e Cristiano Minelli, gli spettacoli sono in prima nazionale il 4 agosto.
Nel piccolo Teatro dei Risorti alle 18 ( 5, 6, 7 agosto) tre appuntamenti Aperitivo: il primo con Alberto Severi – impegnato giornalmente in video-interviste – intitolato Palle!, un divertente monologo che ridisegna la storia d’Italia senza Medici; il secondo Raccontando Bargellini, di e con Gabriele Rizza che legge brani tratti dagli scritti del Sindaco di Firenze e terzo la presentazione del recente libro di Carmela Piccione: Micha van Hoecke.
Chiude la XXII edizione il 10 agosto, il tradizionale spettacolo della filodrammatica di Belforte, Tore Murru realizzato in collaborazione con il circolo Peppino Mereu di Siena incentrato sull’immigrazione sarda nel territorio senese e inoltre di sapore locale E’arrivato il fantino dell’Aquila di Silvio Gigli, la regia unica è di Graziano Cheri.

ESTATE A RADICONDOLI 2008
informazioni prenotazioni prevendita
Associazione Proloco Radicondoli
Punto Informazioni Turistiche
Museo “Le Energie del Territorio”
Via T. Gazzei 2 53030 Radicondoli (SI)
Orario: 10/13 – 15/18 chiuso il martedì
Tel – Fax: (+39) 0577-790800 Cell. (+39) 349-1013782
[email protected] [email protected]
biglietti:
Abbonamento: tutti gli spettacoli € 70,00 soci: Radicondoli Arte € 55,00
biglietto intero € 8,00
ridotto ragazzi e tessere € 5,00
www.radicondoliarte.org