fiorentina atalanta

Ancora uno spettacolare 3-3 all’Artemio Franchi. Fiorentina mai doma e capace di rimontare dimostrando ancora una volta grande carattere contro l’Atalanta. Match serratissimo e che verrà deciso solo nella gara di ritorno. Pioli deve fare a meno, all’ultimo momento di Edimilson e schiera titolare Dabo. Pezzella è in panchina come Simeone. In avanti giocano Muriel e Chiesa. Gasperini punta tutto sulla voglia di rivincita di Ilicic e sul Papu Gomez.

Primo Tempo

L’Atalanta parte benissimo e nei primi 20 minuti mette alle corde la Fiorentina. Ilicic incontenibile non fa vedere palla a Vito Hugo ed al 9’ serve Zapata ma Ceccherini riesce a deviare in angolo. Passa un minuto ed è sempre Ilicic a saltare Vitor Hugo e impegnare Lafont che si salva smanacciando in angolo. Al 16’ Ilicic serve Papu Gomez che liberato davanti a Lafont non dà scampo al portiere francese. E’ l’1-0 nerazzurro. Passano due minuti ed è sempre Ilicic a saltare la difesa viola servendo poi al  centro Pasalic che, da due passi, batte Lafont. La Fiorentina, inesistente in tutta la prima parte di gara, si riorganizza grazie a Federico Chiesa che, al 33’, accorcia le distanze. Errore di Palomino sulla trequarti che si fa rubare palla dall’attaccante viola: ingresso in area e Berisha che viene battuto imparabilmente. Al 36’ arriva il pareggio grazie ad una gran girata da centro area di Benassi che sigla il 2-2 col quale si va al riposo.

Secondo Tempo

Più controllata la ripresa. Al 54’ Vitor Hugo ci prova di testa ma la sfera termina fuori. Al 58’ Lafont respinge male su un tiro atalantino e serve la palla a De Roon che, dal limite dell’area, fa partire un gran tiro che si spenge all’incrocio dei pali. E’ il 3-2 per la squadra di Gasperini. Al 79’ è sempre Chiesa ad innescare l’attacco viola. Corsa sulla corsia di destra, cross perfetto al centro che Muriel deve solo spingere in rete. E’ il 3-3 che sarà poi fischiato al termine della gara. Da segnalare, in pieno recupero, la clamorosa traversa di Hateboer che salta sopra Lafont. Un pareggio che rimanda qualsiasi verdetto alla gara di ritorno che si giocherà il 24 aprile. La finalista di Coppa Italia che affronterà la vincente della sfida tra Milan e Lazio è ancora da decidere.

L’allenatore

Fiducioso per la gara di ritorno Stefano Pioli. “E’ stata una partita di continui capovolgimenti, l’Atalanta ha capitalizzato le prime occasioni e poi si è fatta difficile ma siamo rimasti in gara e continuato a giocare e cercare il gol. Il rimpianto è aver subito il 3-2 visto che prima potevamo segnarlo noi con Vitor Hugo, ma possiamo vincere a Bergamo. Ormai siamo abituati al 3-3, stavolta ci garantirebbe i supplementari. È stata una partita bellissima tra due squadre che hanno attaccato con tanti uomini, i giocatori difensivi hanno sofferto ma sono di grande valore. Abbiamo concesso qualche ripartenza, dobbiamo limitare certe situazioni – aggiunge il tecnico  viola – perché il tridente dell’Atalanta è forte, il miglior attacco del campionato. Se vogliamo passare, a Bergamo dobbiamo vincere qualche duello in più e mettere in difficoltà la loro difesa. Ma in mezzo ci sono due mesi sono tanti, ma noi ci crediamo”.