sabato, 31 Ottobre 2020
Home Sezioni Arte & Cultura I 20 anni di "Suoni...

I 20 anni di “Suoni e colori”

L’edizione numero venti del festival “Suoni e Colori in Toscana” è stata presenta questa mattina a Palazzo Medici Riccardi dal direttore artistico Mauro Ceccanti, dall’assessore provinciale Elisa Simoni e dall'assessore alla cultura del comune di Rignano sull’Arno, Lucia Bencistà.

-

La rassegna si svolgerà quest’anno dal 27 agosto fino al 13 settembre. In programma serate con I Solisti Aquilani, con Joanna Trzeciak, Gubbio Festival Ensemble, Riccardo Fassi New Trio, Quartetto Klimt, Duo Marcelli Bandini e Accordensemble. Nel corso di quest’ultimo concerto verrà conferito anche il premio il premio Presidente della Repubblica, che negli ultimi anni è stato assegnato a grandi artisti come Henze, Berio, Gaslini e Bacalov.

Quest’anno il prestigioso riconoscimento – con la motivazione “Una vita per la lirica” – andrà al baritono fiorentino Rolando Panerai, uno dei più grandi interpreti lirici del ventesimo secolo: fra i suoi partners figurano cantanti quali Maria Callas, Renata Tebaldi, Fedora Barbieri, Mario del Monaco, Giuseppe di Stefano, José Carreras, Raina Kabaivanska, Mirella Freni e Luciano Pavarotti. Panerai ha lavorato sotto la direzione di grandi maestri Herbert von Karajan, Riccardo Muti, Carlo Maria Giulini e Zubin Mehta.

L’edizione 2009 di “Suoni e Colori in Toscana” sarà ospitata, come tradizione, nelle chiese, ville e fattorie che punteggiano le colline tra Rignano e Firenze. Il programma allestito dall’attuale direttore artistico Ceccanti è stato studiato per celebrare al meglio il traguardo dei vent’anni della rassegna musicale, nata ufficialmente nel 1990 da una idea di John Terry, un inglese che viveva a Rignano con la moglie Adriana e possedeva un laboratorio di liuteria a Firenze.

In questi anni il festival ha proposto sempre ad altissimo livello musica classica, popolare, etnica, lirica, jazz e contemporanea, innovandosi continuamente attraverso le successive direzioni artistiche di Weber e di Ceccanti. Tuttavia la caratteristica principale del festival “Suoni e colori in Toscana” consiste proprio nell’aver conservato quella freschezza che lo ha contraddistinto fin dai primi anni, nonostante che, col tempo, sia cresciuto rispetto alla varietà e ricercatezza dei programmi proposti, al livello dei suoi interpreti e per la presenza di personaggi importanti della storia della musica del Novecento.

Notizia precedenteAncora fiamme nel Pisano
Notizia successivaDalla Thailandia… al Cerm

Ultime notizie

“Trilogia di New York” di Paul Auster, la recensione

Tutti e tre ambientati a New York, città alienante per eccellenza, in cui ci si ritrova e ci si perde con una facilità dirompente, i racconti hanno come minimo comune denominatore le vicende di scrittori-investigatori e il rapporto che ognuno di loro ha con il proprio “io”.

Bonus bici mobilità 2020: come richiederlo al Ministero dell’Ambiente

Contro alla rovescia per i voucher bicicletta: quando parte la piattaforma del Ministero dell'Ambiente per fare domanda del bonus mobilità, cosa serve e come funziona la procedura online

Covid-19, quanti contagiati oggi in Italia. Brusaferro (Iss): “Situazione grave”

I dati del 29 ottobre sui nuovi casi di coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia?

Quante persone possono entrare in un negozio: il numero massimo

Come calcolare il numero massimo di persone ammesse in un negozio: le regole anti-Covid del Dpcm di ottobre, dal cartello a quanti clienti possono entrare