Tehran, City of Love di Ali Jaberansari

La 10ª edizione di MIDDLE EAST NOW regala a Firenze dal 2 al 7 aprile 2019 un ricco viaggio cinematografico che tocca i paesi e le società dell’area mediorientale. In programma 44 film premiati nei migliori festival internazionali, di cui 26 anteprime italiane, 10 anteprime internazionali, 1 anteprima mondiale , oltre ad incontri di arte, musica, teatro, progetti sociali, cibo ed eventi.
Come di consueto la top five dei film da non perdere, secondo Il Reporter.

1) Tehran, City of Love di Ali Jaberansari
(Iran, Gran Bretagna, Paesi Bassi, 2018, 102’) v.o: persiano, sottotitoli: inglese, italiano 

7 aprile ore 21, Cinema la Compagnia
Una commedia dolce amara con protagonisti tre personaggi disincantati: un ex-campione di bodybuilding, una segretaria sovrappeso di una clinica di bellezza e un cantante religioso frustrato. Tutti alla  ricerca dell’amore e di contatti umani. La pellicola disegna delicatamente la ricerca di calore umano e affetto in una grande città come  Teheran, dove anche le libertà individuali non possono essere date per scontate.

Anteprima italiana, alla presenza del regista e del produttore Babak Jalali. Inoltre dolci dall’Iran serviti in sala (inclusi nel prezzo del biglietto).
Link al trailer di Tehran, City of Love 

2) Fireworks Wednesday di Asghar Farhadi
(Iran, 2006, 104’) v.o: persiano – sottotitoli: inglese, italiano

3 aprile ore 20:45, Cinema La Compagnia
Fuochi d’artificio in terra iraniana. Si festeggia così il Nawruz, l’ultimo mercoledì dell’anno persiano. Il film ritrae tre coppie alla vigilia di Nawruz. Rouhi, una giovane donna che sta per sposarsi, accetta un piccolo lavoro come donna delle pulizie in un appartamento nel nord di Teheran per finanziare il suo matrimonio. Quando arriva nell’appartamento, si trova immersa in un’accesa disputa e sospetta che suo marito importuni la vicina Simin.. Ne esce un ritratto di famiglia piuttosto complesso, urticante e assai poco ben augurante.

Alla presenza del regista Asghar Farhadi. In sala una grande torta colorata per festeggiare assieme i 10 anni del festival (inclusa nel biglietto).
Link al trailer di Fireworks Wednesday 

Fireworks Wednesday di Asghar Farhadi
Fireworks Wednesday di Asghar Farhadi

3) Siren’s Call di Ramin Matin
(Turchia, 2018, 93’) v.o: turco, sottotitoli: italiano, inglese

7 aprile ore 16,45 , Cinema La Compagnia
Tahsin , un architetto che vive ad Istanbul, si sente soffocato proprio dalla sua quotidianità in questa città che descrive come una massiccia giungla di cemento, che si nutre di caos e ipocrisia.  Una notte incontra una vecchia amica, Siren, una donna che ora vive sulla costa meridionale incontaminata della Turchia, dove si dedica all’agricoltura biologica. Ne rimane incantato e decide di lasciare la sua città e seguire il “richiamo della sirena”. Prepara la valigia, saluta arrabbiato al lavoro e si dirige verso l’aeroporto. Eppure non sa che lo aspetta un’odissea tragicomica.

Anteprima Italiana alla presenza del regista e dell’attrice protagonista
Link al trailer di Siren’s Call 

 

4) Finding Farideh di Azadeh Mousavi, Kourosh Ataee
(Iran, 2017, 80’) v.o: persiano, sottotitoli: italiano, inglese

5 aprile ore 21:15, Cinema Stensen
Finding Farideh è la storia di una donna  nata in Iran, abbandonata dai genitori e  adottata da una famiglia olandese, e cresciuta quindi nei Paesi Bassi. La paura e le preoccupazioni della sua famiglia le hanno impedito di recarsi in Iran negli ultimi 40 anni. Farideh ora è pronta e spinta dalla volontà di trovare  i suoi genitori biologici. Si prepara quindi  a tornare al suo luogo di nascita e iniziare la sua ricerca.

Anteprima italiana alla presenza della protagonista Farideh
Link al trailer di Finding Farideh 

 

5) Tower – Regia di Mats Grorud
(Norvegia, Svezia, Francia, 2018, 74’) v.o: arabo, sottotitoli: inglese, italiano (ANIMAZIONE)

7 aprile ore 18:30, Cinema La Compagnia
Film d’animazione intenso e toccante basato su interviste ai rifugiati palestinesi in Libano. Wardi, una ragazzina palestinese di undici anni, vive con tutta la sua famiglia nel campo profughi dove è nata. Il suo amato bisnonno Sidi è stato uno dei primi a stabilirsi nel campo dopo essere stato cacciato dalla sua casa nel 1948. Il giorno in cui Sidi le dà la chiave della sua vecchia casa in Galilea, Wardi teme che possa aver perso la speranza di tornare un giorno a casa. Esplorando il campo alla ricerca della speranza perduta di Sidi, raccoglie le testimonianze delle diverse generazioni della sua famiglia.

Anteprima italiana
Link al trailer di Tower 

Potete inoltre trovare tutti i trailer a questo link: https://preview.middleastnow.it/