sabato, 26 Settembre 2020
Home Sezioni Arte & Cultura La mostra di Tatge continua...

La mostra di Tatge continua fino al 2 novembre

Tatge a Villa Bardini fino al 2 novembre

-

Come noto, l’esposizione è promossa dall’Ente Cassa di Risparmio di Firenze con la curatela di Walter Guadagnini e catalogo Polistampa. Si tratta di 66 scatti che presentano un’Italia in bianco e nero, da Nord a Sud, ricca di rimandi mitologici, storici e religiosi. George Tatge opera ormai da molti anni nel nostro Paese, in particolare a Firenze dove ha lavorato a lungo come direttore della fotografia della Fratelli Alinari.

Tra i visitatori, spiccano alcuni tra i maggiori nomi del panorama artistico internazionale, in particolare americani: Paul Schimmel, curatore del Los Angeles Museum of Art, lo scultore e critico d’arte del New York Times Brian O’Doherty, la scultrice Beverly Pepper.

Vittorio Sgarbi ha visitato la mostra in questi ultimi giorni ed è rimasto colpito dai paesaggi di Tatge, dalle straordinarie atmosfere e dalle sfumate geometrie disegnate dall’obiettivo. “E’ un’Italia misteriosa, insolita e sofferente che solo l’occhio acuminato e sensibile di uno straniero poteva percepire. I residui umani e la natura stessa sembrano divertirsi a creare forme e chiaroscuri che si impongono con la loro trascendente fisicità. E’ un’Italia che noi italiani abbiamo purtroppo preso a martellate”.

Quanto a Tatge si dichiara sorpreso dalle tante reazioni positive nei riguardi di immagini che non sono così semplici da apprezzare. “Queste fotografie”, spiega, “non ritraggono un’Italia ideale e lirica, bensì un territorio a rischio. Sono paesaggi che da un lato mostrano gli interventi talvolta distruttivi dell’uomo e, dall’altro, appaiono come segni interpretabili in modo ironico, perché ricordano un po’ le installazioni degli artisti Land Art degli anni Settanta. Di certo esprimono una mia visione piuttosto melanconica della vita, in cui sembra dominare il concetto della precarietà: della natura, dell’uomo, dei suoi sentimenti, della vita stessa. Tanti mi hanno chiamato o scritto per dirmi quanto sono stati emozionati da queste immagini. E ciò mi fa pensare che ne abbiano colto il contenuto metaforico, psicologico e non solo le apparenze”.

La mostra (Villa Bardini, Costa San Giorgio 2) è aperta con orario continuato dalle 8,15 alle 18,30 tutti i giorni eccetto il primo e l’ultimo lunedì del mese. Ingresso gratuito. Info 055.2613289.

Ultime notizie

Cosa fare a Firenze nel weekend: gli eventi del 26 e 27 settembre

Bancarelle, vintage, fiere, spettacoli e musei a 1 euro: il meglio del programma per l'ultimo fine settimana di settembre

Giornate europee del patrimonio 2020: musei a 1 euro a Firenze e in Toscana

Visite guidate gratis, eventi e aperture serali dei musei a un prezzo simbolico: cosa vedere in Toscana per le Gep 2020

Spid, cos’è e come richiedere il “codice” per i bonus di Inps e governo

Un solo nome utente e una sola password per accedere a tutti i siti: da quelli statali alle Regioni fino ai servizi comunali. Ecco la procedura per richiedere le credenziali uniche

Pin Inps addio: dal 1° ottobre serve lo Spid per richiedere i servizi online

Un piccola rivoluzione per l'accesso al portale dell'Istituto di previdenza: non si potrà più richiedere il Pin