mercoledì, 2 Dicembre 2020
Home Sezioni Arte & Cultura Mostra alla Lorenzo de' Medici

Mostra alla Lorenzo de’ Medici

-

Saranno esposte nei giorni 21-24 e 28 aprile alcune nuove stampe digitali del famoso artista americano , i cui temi sono quelli del giardino, indagato da un punto di vista letterale e metaforico, la cultura occidentale e l’Arte mediorientale. Unione di struttura e design; elementi decorativi, porzioni di giardini, segmenti di edifici sono tutti assemblati e integrati fra loro. La mostra intende solidificare i rapporti con la comunità locale, riaprendo, ancora una volta, le porte della Chiesa di San Jacopo in Campo Corbolini e, allo stesso tempo, integrando i lavori artistici contemporanei nel contesto di un antico edificio storico, recentemente restaurato; una delle chiese più antiche di Firenze e ancora oggi sconosciuta a molti. Dodici Visioni del Paradiso è coordinata dagli studenti del corso Exhibition Managment della Scuola Lorenzo de’Medici , sotto la supervisione della loro insegnante Elisabetta Morici Per maggiori informazioni:Scuola Lorenzo de’Medici Via Faenza 43 Firenze Tel: 055 287360 www.lorenzodemedici.it

Ultime notizie

Bonus collaboratori sportivi dicembre: come richiedere l’indennità

Arriva la sesta "mensilità" per atleti, tecnici e lavoratori amministrativi delle società sportive. Come funziona la domanda per l'indennità, cosa fare la prima volta e a cosa stare attenti se si è già ricevuto il bonus

Innovazione, l’Università di Firenze lancia un master in trasformazione digitale

Si chiama "Digital Transformation. Progettare e gestire l’innovazione" il master al via all'Università di Firenze

Covid, in Toscana 776 nuovi casi: il bollettino del 2 dicembre

I dati dal bollettino della Regione sui contagi di Covid in Toscana al 2 dicembre 2020: nuovi casi, andamento e punto della situazione

Cashback, bonus di Natale 2020: come funziona, l’app IO e lo Spid

A dicembre un rimborso da 150 euro per chi fa shopping nei negozi fisici e paga con le carte elettroniche o con il cellulare: ecco come richiederlo e a cosa serve l'app