domenica, 5 Dicembre 2021
HomeSezioniArte & CulturaPrimi premi per il Lu.C.C.A.

Primi premi per il Lu.C.C.A.

Primi riconoscimenti per il neonato Lu.C.C.A., Lucca Center of Contemporary Art. A Roma, in Campidoglio, nella Sala del Carroccio, il presidente Angelo Parpinelli ha ricevuto il prestigioso Premio Farfa 2009 per la sezione arte.

-

Il premio è stato assegnato in occasione della V Edizione della manifestazione “BENEDETTaria”, evento ideato dall’Associazione Salpare per promuovere la cultura ambientalista che coniuga la tutela per l’ambiente e il rispetto della natura umana.

La consegna è avvenuta dalle mani dell’onorevole Maurizio Policastro, presidente dell’associazione promotrice del premio, che gode del patrocinio della Presidenza del Consiglio Comunale di Roma e che ogni anno punta i riflettori su personalità e istituzioni che si sono distinte per il loro impegno a favore di una corretta sostenibilità del territorio. “In tempi difficili per l’economia mondiale – si legge nelle motivazioni della scelta – è ancora più rimarchevole l’iniziativa intrapresa da parte di un privato di una importante iniziativa rivolta al mondo dell’arte. E’ il sogno realizzato da Angelo Parpinelli, medico oculista e mecenate, che nella splendida città di Lucca ha restaurato un palazzo d’epoca per ospitarvi il Lucca Center of Contemporary Art”.

Ad Angelo Parpinelli, scelto da una giuria composta tra gli altri anche dalla nota editrice lucchese Maria Pacini Fazzi, è andata una scultura di ispirazione futurista, opera dell’artista Andrea Trisciuzzi, e il volume “Un secolo futurista” di Luigi Tallarico. La rassegna di quest’anno rientrava infatti nel programma di celebrazioni per il centenario del Manifesto futurista. “Sono onorato – ha detto Parpinelli – di ricevere un premio a solo un mese dall’apertura del museo. Non me lo aspettavo.  E’ comunque una bella coincidenza che la nostra prima mostra “Un mondo visivo nuovo. Origine, Balla, Kandinsky e le astrazioni degli anni Cinquanta” serva anche a riscoprire l’opera di Balla, decano dei futuristi, attraverso i lavori del Gruppo Origine. Spero comunque che il Lu.C.C.A. sia sempre più percepito come un luogo da vivere, dove i giovani possano trovare occasioni di incontro e confronto”.

Ultime notizie