venerdì, 7 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & Politica17 marzo, chi chiude e...

17 marzo, chi chiude e chi apre: la mappa dei servizi in città

Aprono i musei, chiudono gli uffici. Fatta la Festa (nazionale), trovato l'inganno. E oltre ai musei anche i negozi terranno i bandoni alzati. Solo in centro però. Ecco la mappa dei servizi, culturali ma non solo, nella giornata in cui si celebra il compleanno d'Italia. C'è anche chi si è inventato un'applicazione per smartphone apposita.

-

Aprono i musei, chiudono gli uffici. Fatta la Festa (nazionale), trovato l’inganno. E oltre ai musei anche i negozi terranno i bandoni alzati. Solo in centro però. Ecco la mappa dei servizi, culturali ma non solo, nella giornata in cui si celebra il compleanno d’Italia.

MUSEI. Ponte a tutta cultura: non solo i musei saranno aperti la notte tra il 16 e il 17 marzo, rigorosamente gratis, fino alle 1 di notte, ma anche il giorno successivo, sempre gratuitamente. A Firenze saranno aperti i principali musei statali, capitanati da Uffizi e Galleria dell’Accademia, ma anche quelli civici, come Palazzo Vecchio, che sempre più spesso spalanca le porte ai cittadini. Aperta anche la Galleria Palatina, all’interno di Pitti, con gli appartamenti reali di Vittorio Emanuele II visitabili.

PARCHI. Il 17 marzo, in onore al 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia, rimarranno aperti anche parchi e aree archeologiche statali, sempre gratuitamente.

SMARTPHONE. Non solo, per chi poi i palazzi e le bellezze dei musei se li volesse portare a casa, ecco l’applicazione per smartphone appositamente sviluppata in occasione dei 150 anni dell’Unità. Si chiama “150 Italiamobile” ed è pensata come sistema innovativo per passeggiare tra monumenti, dipinti e documenti. L’applicazione sarà scaricabile gratuitamente dal 21 aprile.

NEGOZI. In centro aperti, in periferia no. Il Comune di Firenze ha stabilito una deroga in stile 1° maggio: i negozi del centro potranno tenere aperto in nome del turismo, mentre in periferia dovranno rimanere chiusi. Chiusi anche i centri commerciali,dai Gigli in giù: nessuna autorizzazione all’apertura per loro. Ma c’è da dire che molti non l’avevano neanche chiesta. Turiddo Campaini, il patron della Coop, ad esempio, non aveva atteso nessun annuncio per proclamare la chiusura di tutti i punti vendita il 17 marzo.

SERVIZI PUBBLICI. Resteranno chiusi al pubblico anche tutti gli sportelli, dalle Poste agli uffici pubblici (dall’anagrafe in poi). Chiusi anche gli sportelli al pubblico dell’Asl.

ATAF E BUS. Ancora da stabilire cosa farà l’Ataf. Manca ancora l’ordine di servizio della Provincia, a cui spetta la decisione in questo caso. E’ facile presupporre che i turni e le frequenze siano quelle di un qualsiasi giorno festivo, considerando il fatto che l’anno scorso, per la prima volta, i bus hanno solcato le strade fiorentine anche per il 1° maggio.

TRENI. Tre giorni di treni ridotti per il ponte dell’Unità. Le prime modifiche cominceranno domani, mercoledì 16, considerato come prefestivo, mentre giovedì 17 la circolazione dei treni regionali seguirà la programmazione prevista nei festivi infrasettimanali, con un numero di corse inferiore a quello dei giorni feriali. I treni a lunga percorrenza manterranno invece il programma dei giorni feriali, con alcune integrazioni. Modifiche previste anche per il 18 marzo. Tutte le informazioni sul sito www.trenitalia.com, al call-center Trenitalia 89.20.21 e, nelle stazioni,  presso le biglietterie e gli uffici informazioni e assistenza clienti.

E le autostrade si preparano a un ”assalto”: ecco i tratti più a rischio

Ultime notizie