lunedì, 10 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaAffitti, prezzi in calo. Ma...

Affitti, prezzi in calo. Ma Firenze resta tra le più care d’Italia

Lo sostiene un rapporto di Solo Affitti: nell’ultimo anno, a Firenze, i canoni d’affitto sono diminuiti mediamente del 1,4%, poco meno rispetto alla media nazionale (-1,9%). Ma il capoluogo toscano, dopo Roma e Milano, resta la città con i canoni mediamente più elevati.

-

Nell’ultimo anno a Firenze i canoni d’affitto sono diminuiti mediamente del 1,4%, quasi in linea con la media nazionale (-1,9%)  E’ quanto emerge da un rapporto sulle locazioni realizzato da Solo Affitti, il franchising immobiliare leader in Italia nella locazione con più di 300 agenzie. Lo studio, realizzato in collaborazione con Nomisma, comprende un focus su Firenze che è stato illustrato in occasione dell’apertura della sesta agenzia di Solo Affitti in città, in Borgo Ognissanti, 153R. Fra i capoluoghi di regione Firenze registra un calo dei canoni tra i più sostenuti. Solo a Bologna (-6%), Bari (-6,6%), Napoli (-7,6%), Genova (-8,3%) e Cagliari (-10,7%) gli affitti sono diminuiti di più.

COSTI. Secondo i dati del rapporto Solo Affitti Firenze, dopo Roma e Milano, è la città con i canoni mediamente più elevati. Il costo mensile medio per affittare un’abitazione è di 750 euro. Un monolocale comporta un esborso medio di circa 560 euro con un picco di 658 euro mensili per la zona di pregio e un canone minimo di 546 euro per la zona periferica. I bilocali mediamente hanno canoni che si aggirano sui 660 euro al mese, ma arrivano a 773 euro al mese in zona di pregio e non scendono sotto i 634 euro mensili in zona periferica. I trilocali arrivano a 938 mensili in zona di pregio. I canoni di locazione scendono via via allontanandosi dal centro fino alla periferia, dove questa tipologia di appartamenti ha un canone d’affitto di circa 740 euro mensili.

TIPOLOGIA. A Firenze il 16% delle richieste di case in affitto è riconducibile a quadrilocali, mentre nel panorama nazionale la quota di questa tipologia di abitazione si ferma all’11%. Il bilocale rimane la tipologia di abitazione più richiesta, anche se presenta una quota di mercato più bassa della media nazionale (30,3% contro 38,8%).

CONTRATTI. “A Firenze – afferma Danny Decembri, titolare dell’agenzia Solo Affitti di Borgo Ognissanti – si stipulano molti contratti con professionisti per periodi medio lunghi, segno di una crescente vitalità lavorativa della città”. Lo studio di Solo Affitti evidenzia come il contratto a canone “concordato” sia il più diffuso (55% a fronte di una media nazionale del 25%), seguito dal contratto libero 4+4 (28,8% inferiore alla media nazionale del 43%) e dal contratto transitorio (15% inferiore alla media italiana del 26%). A Firenze il 34,6% di chi affitta è proprietario di più di un immobile, mentre i proprietari di uno solo sono il 57%. Il restante 8,4% degli immobili da locare è in mano a società o enti.  

TEMPI. I tempi medi per prendere casa in affitto a Firenze risultano più lunghi se la richiesta è per un’abitazione in zona centrale, dove si arriva ad aspettare due mesi e mezzo per stipulare il contratto di locazione. Più rapida la procedura nelle zone del semicentro e della periferia, dove basta poco più di un mese per essere locati.  Tra le caratteristiche che aumentano l’appetibilità dell’immobile offerto ci sono la presenza di mobili e posto auto, la vicinanza ai mezzi pubblici e la possibilità di avere una connessione internet.

Ultime notizie