venerdì, 26 Febbraio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Ancora un incidente sul lavoro...

Ancora un incidente sul lavoro in Toscana: feriti quattro operai

Grave incidente sul lavoro, questa mattina, all’ospedale di Massa Marittima. Quattro operai sono rimasti feriti mentre spostavano del materiale. Solidarietà da parte del consiglio regionale.

-

Ancora un incidente sul lavoro in Toscana.

OSPEDALE DI MASSA MARITTIMA. E’ accaduto all’ospedale di Massa Marittima, dove quattro operai hanno subìto un grave incidente sul lavoro mentre spostavano del materiale.

LE CAUSE. I quattro sono stati soccorsi, mentre si cerca di far luce sulle cause dell’incidente. Secondo una prima ricostruzione dell’episodio un carrello elevatore, con i quattro operai sopra, sarebbe precipitato da un’altezza di 12 metri.

SOLIDARIETA’. E solidarietà nei loro confronti è stata espressa dal presidente del Consiglio regionale Alberto Monaci, che una volta appresa la notizia si è detto costernato e preoccupato da questo ennesimo episodio.

MONACI. “Purtroppo registriamo in Toscana un nuovo incidente, che mette dolorosamente in risalto, ancora una volta, il problema della sicurezza nel mondo del lavoro”,  ha commentato il presidente del Consiglio regionale.

SCARAMUCCIA. “Un incidente sul lavoro lascia sempre costernati e sgomenti. A maggior ragione in questo caso, in cui un incidente così drammatico è avvenuto proprio nel cantiere di un ospedale, coinvolgendo quattro persone”: questo il commento dell’assessore regionale al diritto alla salute Daniela Scaramuccia. “Il mio primo pensiero va alle famiglie dei quattro operai, alle quali mi stringo solidale. Pochi giorni fa Grosseto aveva pagato un altro, pesante tributo al lavoro, con la morte dell’operaio rimasto schiacciato dal muletto su cui lavorava nella cava di gesso di Roccastrada. I dati ci parlano di infortuni in diminuzione, e il trend decrescente, anche per gli infortuni mortali, è confermato anche pe r il 2010. Eppure, ogni volta che apprendiamo la notizia di una morte in un cantiere, in una cava, in un campo, è naturale pensare che qualcosa non ha funzionato, che non è stato fatto tutto quello che doveva perché questa morte potesse essere evitata”.

“Anche in questo caso – prosegue l’assessore Scaramuccia – le autorità preposte accerteranno la dinamica dell’incidente. Voglio però richiamare ciascuno a fare la sua parte. La sicurezza è un sistema complesso, una catena che unisce tutti, lavoratori, imprenditori, parti sociali, istituzioni: se un anello si spezza, la catena è inutile. Una corretta politica di prevenzione non può essere affrontata in maniera episodica e settoriale, perché richiede una forte azione integrata di tutte le componenti coinvolte. La prevenzione funziona solo se tutti siamo capaci di fare sistema”.

Ultime notizie

Quando riapriranno le palestre nel 2021: il nuovo Dpcm e la riapertura

Il protocollo di sicurezza da seguire quando riapriranno le palestre è pronto, ma anche con il nuovo Dpcm di marzo non ci sarà la riapertura in zona gialla e arancione. A rischio l'ipotesi sulle lezioni individuali

Il colore della Toscana la prossima settimana: zona arancione o rossa?

Osservate speciali Pistoia e Siena. Il colore della Toscana prossima settimana sembra probabile che resti lo stesso, ma per metà marzo si riaffaccia il rischio di passare da zona arancione a rossa

Dati, Covid in Toscana: oggi più di 1.300 contagi. Bollettino del 25 febbraio

La soglia psicologica degli oltre 1.000 contagi giornalieri non veniva superata ormai da due mesi e mezzo. Sopra quota 1.000 anche in ricoveri. Ecco i dati del bollettino Covid della Regione Toscana aggiornato a oggi (25 febbraio)

In quanti in macchina: zona gialla, arancione e rossa, quante persone in auto

Si può stare in tre in auto, se ci si trova in zona gialla, arancione e rossa? E in quanti si può viaggiare in macchina se si fa parte dello stesso nucleo familiare? Le regole del Dpcm anti-Covid e del decreto legge Covid del governo Draghi