lunedì, 10 Maggio 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaArtigianato artistico, arrivano le risorse...

Artigianato artistico, arrivano le risorse vere

Quattrocentomila euro per l’Oltrarno. Camera di Commercio e Comune di Firenze mettono in campo un bando per sostenere l’artigianato artistico e tradizionale della storica zona fiorentina. A patto di riqualificare le botteghe e aprirsi al mercato estero, così da contribuire anche al miglioramento del decoro urbano.

-

Quattrocentomila euro per l’Oltrarno. Camera di Commercio e Comune di Firenze mettono in campo un bando per sostenere l’artigianato artistico e tradizionale della storica zona fiorentina. A patto di riqualificare le botteghe e aprirsi al mercato estero, così da contribuire anche al miglioramento del decoro urbano.

RISORSE. Ai 250mila euro messi a disposizione del Comune, dunque, si aggiungono i 150mila della Camera di Commercio. “Un provvedimento per intervenire in modo decisivo su un’area particolare di Firenze, unendo le forze per sostenere un settore fondamentale per l’economia e l’immagine della nostra città”, commenta il vicesindaco Dario Nardella.

CRISI. Un dato spiega bene la crisi del settore: nell’Oltrarno, dove hanno sete un migliaio di imprese artigiane (di cui circa 280 del settore artistico e di qualità) solo nel 2010 hanno chiuso 57 botteghe. “Per questo abbiamo voluto dare un segnale forte, destinando i contributi non più ‘a pioggia’ come nel passato, ma indirizzandoli in un solo settore ed una specifica area – ha aggiunto Nardella, che ha lanciato un appello agli istituti bancari – per predisporre linee di credito agevolato per contribuire a finanziare i progetti partecipanti al bando”.

A CHI SI RIVOLGE. I soggetti destinatari delle agevolazioni sono le micro imprese (con meno di 10 occupati e fatturato annuo sotto i 2 milioni) e le piccole imprese (con meno di 50 dipendenti e fatturato annuo sotto i 10 milioni) che abbiano sede nella zona dell’Oltrarno. Per partecipare al bando ogni impresa entro il 30 aprile prossimo potrà presentare un progetto, che sarà valutato da una commissione tecnica ad hoc; sarà poi stilata una graduatoria per assegnare i contributi, che non potranno superare i 20mila euro per ciascun progetto.

LE STRADE INTERESSATE. Le imprese che possono partecipare devono avere sede in queste strade: via dell’Ardiglione, via del Piaggione, viale Ariosto, piazza Piattellina, via Bartolini, via del Presto San Martino, via delle Caldaie, via dei Preti, piazza della Calza, via Romana, via di Camaldoli, via del Ronco, via del Campuccio, via S. Agostino, via dei Cardatori, borgo S. Frediano, piazza del Carmine, via S. Giovanni, piazza del Cestello, via S. Maria, via di Cestello, via S. Monaca, via della Chiesa, via S. Onofrio, via de’ Coverelli, piazza S. Spirito, via del Drago d’Oro, via di S. Spirito, piazza Frescobaldi, piazza Sauro, via de’ Geppi, via de’ Serragli, via Giano della Bella, via di Serumido, via del Leone, lungarno Soderini, via Lungo le Mure di Santa Rosa, borgo Stella, via Maffia, piazza Tasso, via Mazzetta, borgo Tegolaio, via de’ Michelozzi, via de’ Tessitori, via dei Mori, via del Tiratoio, via de’ Nerli, piazza di Verzaia, via dell’Orto; oltre alle imprese che hanno sede allo Spazio Sam del Vecchio Conventino in via Giano della Bella.

Il bando sarà pubblicato sulla rete civica del Comune dei prossimi giorni.

Ultime notizie