domenica, 4 Dicembre 2022
- Pubblicità -
HomeSezioniCronaca & PoliticaAsilo nido gratis in Toscana:...

Asilo nido gratis in Toscana: chi ne avrà diritto

L'annuncio dal governatore regionale Eugenio Giani. La presentazione sarà il 7 novembre: l'asilo nido sarà gratis in Toscana per chi ha un reddito familiare medio-basso

-

- Pubblicità -

L’asilo nido gratis in Toscana diventerà presto realtà. Ad annunciarlo, dopo che era stato anticipato nelle scorse settimane, il presidente della Regione Eugenio Giani. Per ora non si conoscono grandi dettagli, ma ci sono almeno due aspetti importanti e uno riguarda la platea di beneficiari.

L’asilo nido gratis in Toscana: a chi spetta, da quando e come funziona

La prima novità è che l’agevolazione per i “nidi” gratis, tra gli 0 e i 3 anni, in Toscana non sarà per tutti ma spetterà a coloro che hanno un reddito familiare sotto i 35mila euro. Una platea, comunque, piuttosto ampia. La seconda novità è legata alla presentazione delle misure. Sarà il 7 novembre 2022 e il presidente Giani non sarà solo, ma ci sarà anche la commissaria europea per l’uguaglianza e le pari opportunità, Helena Dalli, per annunciare il finanziamento del piano degli asili nido gratis: l’obiettivo della Regione Toscana è far partire l’agevolazione da settembre 2023. Al momento una misura simile esiste in Lombardia, dove un bando specifico riconosce un bonus per garantire gli asili nido gratuiti alle famiglie con un Isee fino a 20.000 euro.

La presentazione della misura

- Pubblicità -

Il 7 novembre, durante la sua visita in Toscana, Dalli parteciperà ad una serie di iniziative, promosse dalla Regione Toscana sul ruolo della donna. Tra queste ci sarà anche la presentazione della misura per l’asilo nido gratis in Toscana. Giani nei giorni scorsi ha incontrato a Bruxelles la commissaria europea “e con lei abbiamo concordato la sua visita a Firenze, quando noi vivremo il ricordo del Social Forum che avrà come tema proprio la parità di genere, i diritti delle donne, l’affermazione della donna nella società”, ha detto. Giani ha affermato inoltre che è giusto che sia la commissaria europea competente per materia a presentare l’intervento “che pone la Toscana all’avanguardia in Europa”. A livello locale alcuni Comuni prevedono già un bonus per il nido, ma con agevolazioni molto limitate nel tempo e per la fascia reddituale.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -