sabato, 4 Dicembre 2021
HomeSezioniCronaca & Politica''Carro matto'', l'arte dei vignaioli...

”Carro matto”, l’arte dei vignaioli sfila in piazza Signoria

Il 28 settembre torna la tradizionale parata del carro addobbato di fiaschi in occasione della benedizione del vino. Per la prima volta in notturna, a partire dalle 20.45.

-

Una tradizione antica, un carro sormontato da 1500 fiaschi che avanza piano sotto Palazzo Vecchio, decine di litri di ottimo vino rosso nato dalle colline del Chianti.

IL CARRO MATTO. Sono questi, come sempre, gli ingredienti del “Carro matto”, la tradizionale festa della benedizione del vino di Rufina che torna a Firenze l’ultimo sabato di settembre. Appuntamento quest’anno il 28 del mese, per la prima volta con un cambio di orario: la parata infatti sfilerà in piazza Signoria non più il pomeriggio ma la sera, a partire dalle 20.45.

LA CENA DI GALA. L’iniziativa, che sarà l’evento fiorentino dell’edizione 2013 del Bacco Artigiano in programma a Rufina dal 26 al 29 settembre, è stata presentata dal vicesindaco di Firenze Stefania Saccardi e dal sindaco di Rufina Mauro Pinzani.  “La tradizionale rievocazione storica del ‘Carro Matto’ – ha sottolineato il vicesindaco Saccardi – quest’anno assume ancor più importanza perché si svolge in concomitanza col grande evento dei mondiali di ciclismo. La contemporanea cena di gala che si svolgerà nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, offrirà a questa tradizione l’attenzione delle televisioni di tutto il mondo. Una vetrina ulteriore per il Chianti Rufina, una delle eccellenze del nostro territorio”.

IL CORTEO STORICO. Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e del Contado di Rufina con in testa il “Carro Matto” partirà da via Martelli e il vino sarà benedetto sul sagrato del Duomo. Poi sarà la volta della chiesa di San Carlo dei Lombardi per la consegna di una ampolla di vino, poi arrivo in piazza della Signoria e sull’Arengario di Palazzo Vecchio ci sarà l’offerta del vino del “Carro Matto” benedetto alla Signoria di Firenze. Dopo la consegna del prezioso dono alle 22 circa, ci sarà l’esibizione dei musici del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina e dei Bandierai degli Uffizi.

UN PO’ DI STORIA. La storia di questa manifestazione parte da molto lontano. Sull’Arengario di Palazzo Vecchio in piazza della Signoria, il sindaco della comunità di Rufina, offriva alla città di Firenze il vino del Chianti insieme alle chiavi della “Contea di Turicchi”. Un tradizionale carro sormontato da una piramide di 1500 fiaschi pieni di Chianti, trainato dai tipici “bovi” di razza Chianina, sfila per le vie fiorentine del centro storico di Firenze. Il vino viene benedetto sul sagrato del Duomo dal Vescovo, per essere poi offerto in dono in Palazzo Vecchio alla Comunità Fiorentina in rappresentanza della simbolica “Signoria di Firenze”. Il “Carro Matto”, così è stato battezzato, è un’opera di eccezionale maestria costruttiva dei maestri vignaioli della Val di Sieve. I “fiaschi”, tipici contenitori in vetro di aspetto panciuto e rivestiti di paglia, vengono impilati in una piramide ed intrecciati con paglia e legamenti naturali in modo da contenersi l’un l’altro. Un geniale sistema di trasporto che permetteva al carro di trasportare grandi quantità di vino dal contado alla città.

Ultime notizie