sabato, 23 Ottobre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaConcordia, Schettino è libero. Il...

Concordia, Schettino è libero. Il gip revoca gli arresti domiciliari

Il comandante della nave da crociera naufragata lungo le coste dell'Isola del Giglio era ai domiciliari dal 17 gennaio scorso.

-

Francesco Schettino è libero. Il gip di Grosseto ha deciso di revocare gli arresti domiciliari per il comandante della Costa Concordia, naufragata il 13 gennaio a poche centinaia di metri dall’Isola del Giglio. Adesso Schettino ha solo l’obbligo di dimora nel comune di Meta di Sorrento.

LA DECISIONE DEL GIP. Schettino era agli arresti domiciliari dal 17 gennaio scorso. La difesa del comandante ha richiesto la scarcerazione sostenendo che le esigenze cautelari erano venute meno. La Procura di Grosseto si era data alcuni giorni di tempo per prendere la decisione. Il pare positivo del gip Valeria Montesarchio è arrivato stamani, e a renderlo noto è l’avvocato difensore di Schettino, Bruno Leporatti.

IL MEMORIALE. “Se avessi continuato su quella rotta, avremmo colpito lo scoglio con la prua. Sarebbe stata un’ecatombe. In quel momento una mano divina si è sicuramente posata sulla mia testa”. E’ quanto il comandante afferma nel memoriale inviato ai suoi difensori. Il documento integrale sarà diffuso stasera durante il programma Mediaset Quinta Colonna.

LEGGI ANCHE: Costa Concordia, ”opportunità per le imprese toscane”. Parola di Rossi / Concordia, ecco il cronoprogramma per la rimozione della nave / La Cassazione su Schettino: ”E’ inaffidabile e non adatto al comando”

Ultime notizie