mercoledì, 30 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Coronavirus, palestre chiuse? Ecco dove

Coronavirus, palestre chiuse? Ecco dove

Dove i centri sportivi possono restare aperti e con quali regole. E c'è chi pensa anche a lezioni in diretta web, per portare l'attività fisica a domicilio

-

Attenzione con il decreto del presidente de Consiglio del 9 marzo sono sono sospese tutte le attività di palestre, piscine e centri benessere sull’intero territorio italiano fino al 3 aprile.


Il nuovo giro di vite stabilito dal governo per prevenire la diffusione del coronavirus ha imposto restrizioni anche a palestre, piscine, centri sportivi e di benessere, ma le strutture non sono chiuse in tutta Italia. Vediamo dove sono previste limitazioni e come il mondo dello sport di base si sta attrezzando alle nuove regole.

Piscine e palestre chiuse nella zona arancione

I provvedimenti più restrittivi sono previsti per la zona arancione dove sono presenti molti casi di Covid-19, ossia in tutta la Lombardia e in 14 province: Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano Cusio Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia. Per queste aree il decreto sancisce la chiusura di tutte le palestre, piscine, spa e centri benessere.

Coronavirus, palestre chiuse a Roma e nel Lazio

C’è anche il caso di singole Regioni che hanno emanato autonomamente disposizioni più dure. La Regione Lazio ha firmato un’ordinanza in cui stabilisce che le palestre siano chiuse su tutto il territorio, Roma compresa, per evitare la diffusione del coronavirus. Sospese le attività anche di piscine e centri benessere.

Palestre aperte (ma con limitazioni) nel resto d’Italia

Per quanto riguarda le altre zone d’Italia, il decreto del Presidente del Consiglio per limitare la diffusione del coronavirus prevede che le palestre e le piscine possano restare aperte a patto che ci siano le condizioni per far rispettare la distanza di un metro tra i frequentatori. Stessa regola anti-affollamento vale anche per lo sport di base e le attività motorie all’aperto.

Palestre a Firenze e in Toscana: aperte o chiuse? Lezioni a numero chiuso

Anche in Toscana valgono le stesse misure stabilite per le altre aree italiane fuori dalla zona arancione: i centri fitness, le piscine e i centri benessere possono restare aperti sempre se al loro interno i gestori possono garantire la distanza minima tra le persone di almeno un metro. E così le strutture si attrezzano.

Alcune palestre di Firenze, quelle più grandi, hanno attivato un servizio di prenotazione online per le varie attività, in modo da evitare il sovraffollamento, altri centri più piccoli usano Whatsapp per far riservare i posti ai frequentatori. C’è anche chi ha pensato a lezioni yoga in diretta youtube per quanti restano fuori dal numero chiuso.

Ultime notizie

Test antigenico e tampone rapido Covid, come funzionano e come si fanno

Dopo porti e aeroporti è in arrivo anche a scuola, ma cos'è, come viene fatto e come funziona il test rapido antigenico per il Covid

Vaccino antinfluenzale 2020-2021 in Toscana: quando e come farlo

Per chi è a costo zero e quando è l'inizio: quello che c'è da sapere sul vaccino antinfluenzale in Toscana per la stagione 2020-2021, in piena emergenza Covid

Concorso straordinario scuola 2020: il calendario delle prove, tutte le date

Quando si terranno i test per i docenti precari delle scuole medie e superiori

Gli effetti del coronavirus su Firenze (e le prospettive per il futuro)

Dall'overturism all'azzeramento dei flussi. I problemi dell'export e la zavorra della burocrazia. Intervista al professor Aiello, economista e docente dell’Università di Firenze