mercoledì, 30 Settembre 2020
Home Sezioni Cronaca & Politica Coronavirus in Toscana: balzo in...

Coronavirus in Toscana: balzo in avanti dei guariti, morti sopra quota 600

La Toscana è la quarta regione in Italia per tamponi effettuati, mentre il tasso dei ricoveri resta uno dei più bassi del Paese. Le ultime notizie dal bollettino sul coronavirus

-

La Toscana supera i 600 morti dall’inizio dell’emergenza, i casi positivi sono 167 in più, ma c’è un balzo in avanti dei guariti, mentre continua a diminuire la pressione sul sistema sanitario regionale con meno ricoverati: le ultime notizie sui contagi da coronavirus in Toscana sono contenute nel bollettino della Regione, aggiornato con i dati raccolti alle ore 12.00 di oggi, venerdì 17 aprile 2020, e trasmesso alla protezione civile nazionale.

I casi di Covid-19 in Toscana

Al momento sono 8.110 i casi di positività al coronavirus registrati dall’inizio dell’emergenza sanitaria in Toscana, il 5% dei contagi registrati a livello nazionale. Questi i casi di positività sul territorio, in base alla provincia dove è stata fatta la diagnosi: sono 2.494 i casi complessivi ad oggi a Firenze (51 in più rispetto a ieri), 449 a Prato (9 in più), 547 a Pistoia (11 in più), 912 a Massa Carrara (19 in più), 1.158 a Lucca (24 in più), 766 a Pisa (16 in più), 475 a Livorno (10 in più), 541 ad Arezzo (11 in più), 392 a Siena (8 in più), 376 a Grosseto (8 in più).

Coronavirus in Toscana: le ultime notizie dal bollettino di oggi 17 aprile

17 i nuovi decessi (12 in meno rispetto al bollettino precedente): 8 uomini e 9 donne, tutti con patologie pregresse, per un’età media  di circa 80 anni. Con oggi, 17 aprile, i morti totali sono 602 e il tasso di letalità del coronavirus in Toscana arriva al 7,4% contro la media italiana che ieri era del 13,1% (percentuale dei deceduti su casi). Questi i nuovi morti in base alla residenza: 3 le persone decedute della provincia di Firenze, 3 di Massa, 1 di Lucca, 1 di Pisa, 2 di Arezzo, 5 di Siena, 2 deceduti in regione ma residenti fuori Toscana.

Guarda la mappa del contagio in Toscana e i grafici

Buone notizie arrivano dall’aumento delle persone guarite dal coronavirus in Toscana, 180 in più secondo i dati resi noti oggi 17 aprile nel bollettino della Regione, per un totale di 925 dall’inizio dell’epidemia: 471 non presentano più i sintomi (sono quindi “clinicamente guarite”) e 454 sono state dichiarate guarite a tutti gli effetti perché negative a due tamponi consecutivi. Questo balzo in avanti delle guarigioni, spiega la Regione, è determinato da una particolare attivazione dei Dipartimenti di Prevenzione nel recupero delle informazioni.

Meno ricoverati per coronavirus (dati del 17 aprile)

Si riducono ancora i pazienti ricoverati in ospedale: al 17 aprile sono 1.105, 48 in meno rispetto al precedente bollettino, di cui 207 in terapia intensiva (6 in meno). I ricoverati sono il 17,4% dei casi, uno dei dati più bassi in tutta Italia: 5.478 persone affette da coronavirus, ma con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, sono in isolamento a casa.

Isolamento domiciliare anche per altre 17.791 persone (più 203 rispetto a ieri) perché hanno avuto contatti con soggetti positivi al coronavirus. Infine è alto il numero di tamponi effettuato nelle ultime 24 ore, ben 4.091, per un totale di 96.231 test analizzati dal primo febbraio ad oggi: la Toscana è la quarta regione in Italia per numero di tamponi eseguiti. I dati sono stati elaborati dall’Agenzia regionale di sanità e dall’Unità di crisi coronavirus.

Ultime notizie

Test antigenico e tampone rapido Covid, come funzionano e come si fanno

Dopo porti e aeroporti è in arrivo anche a scuola, ma cos'è, come viene fatto e come funziona il test rapido antigenico per il Covid

Vaccino antinfluenzale 2020-2021 in Toscana: quando e come farlo

Per chi è a costo zero e quando è l'inizio: quello che c'è da sapere sul vaccino antinfluenzale in Toscana per la stagione 2020-2021, in piena emergenza Covid

Concorso straordinario scuola 2020: il calendario delle prove, tutte le date

Quando si terranno i test per i docenti precari delle scuole medie e superiori

Gli effetti del coronavirus su Firenze (e le prospettive per il futuro)

Dall'overturism all'azzeramento dei flussi. I problemi dell'export e la zavorra della burocrazia. Intervista al professor Aiello, economista e docente dell’Università di Firenze